La Consulta boccia il riordino: salve le province

Il verdetto sui ricorsi presentati da 8 regioni è arrivato mercoledì sera

La Provincia di Monza

MONZA - La provincia di Monza è salva. Sono stati i giudici della Corte Costituzionale a dichiarare nella serata di mercoledì l'illegittimità della riforma contenuta nel decreto Salva-Italia che aveva fatto tremare gli enti intermedi. 

"Il decreto-legge - scrivono i giudici -  atto destinato a fronteggiare casi straordinari di necessità e urgenza, è strumento normativo non utilizzabile per realizzare una riforma organica e di sistema quale quella prevista dalle norme censurate nel presente giudizio". 

Una bocciatura nel metodo e non nel merito: ma gli effetti non cambiano. 

I ricorsi all'esame dei giudici della Consulta erano stati presentati da 8 regioni ( Lombardia, Piemonte, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Campania, Molise, Sardegna). 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • Monza, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • Omicidio a Monza, uomo ucciso a coltellate in via Fiume: morto 42enne

  • La pensione di dicembre e la tredicesima arrivano il 25 novembre: la novità in Brianza

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

Torna su
MonzaToday è in caricamento