Lombardia, “buoni spesa” per i cittadini: l’idea della Lega Nord

Sarebbe una sorta di reddito di cittadinanza. La Lega prevede anche di escludere chi non risiede in Regione da almeno dieci anni. Nuovo centrodestra, invece, vorrebbe concentrarsi sulle famiglie numerose

L'idea della Lega lombarda - Foto repertorio

Ci sarà o non ci sarà il reddito di cittadinanza in Lombardia? Nessuno lo sa con precisione. 

Il governatore Roberto Maroni - che lo aveva proposto e promesso - giura di sì, ma la natura specifica è ancora una incognita. Così come la tempistica. Primo, perché i partiti di centrodestra non hanno tutti la stessa posizione in merito. Secondo, perché potrebbe risultare "snaturato" rispetto agli annunci iniziali.

Sembra che l'unica cosa certa siano i soldi necessari: almeno 250 milioni di euro di cui 50 per gli ultimi tre mesi del 2015. Ed è già qualcosa. Ora dovrà occuparsene un apposito gruppo di lavoro formato da consiglieri regionali di maggioranza e di opposizione. Il primo incontro è fissato per settembre. E si delineano già - riferisce Repubblica - le prime idee dei partiti. In primis quelli di centrodestra, di maggioranza, che ovviamente dovranno trovare una loro sintesi interna.

L'idea della Lega Nord è quella di assegnare "buoni" da spendere per servizi pubblici a residenti in Lombardia da almeno dieci anni privilegiando alcune fasce della popolazione. I buoni potrebbero essere spesi per acquistare testi scolastici o abbonamenti dei mezzi pubblici, così come per pagare rette degli asili nido o, al limite, acquistare generi alimentari. Ma siccome l'obiettivo è aiutare "i lombardi", come spiega Massimiliano Romeo, capogruppo della Lega, ecco il paletto della residenza per almeno dieci anni. E possibilmente gli anziani, gli adulti disoccupati e i nuclei di una o due persone.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Diversa l'idea del Nuovo Centrodestra, che vorrebbe concentrarsi sui nuclei familiari più numerosi (calcolando gli aiuti sulla base del numero di componenti). Stranieri o no che siano. Le opposizioni (Pd, Patto Civico e Cinquestelle) aspettano notizie.“
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ecco i 10 comuni brianzoli con più contagi

  • Atti osceni con una ragazza nuda in un giardinetto a Monza, multa da 10mila euro

  • Dove fare il vaccino anti-influenzale a Monza e in Lombardia: tutte le informazioni

  • Coprifuoco, centri commerciali chiusi nel weekend e didattica a distanza: le nuove misure anticovid in Lombardia

  • Covid, si rischia un nuovo lockdown? "Non ci sono più strumenti per contenere i contagi"

  • Coronavirus, focolaio all'ospedale di Carate Brianza: 14 operatori positivi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento