Danni del maltempo e allagamenti: come chiedere i danni

Diversi comuni in Brianza a seguito delle forti piogge hanno subito gravi disagi e danni per il maltempo: le amministrazioni hanno avviato le procedure per la richiesta di risarcimento

Foto di Ivan Sambinho Lo rè (Fb)

Il comune di Limbiate ha avviato le pratiche per la richiesta dello stato di emergenza così da poter ottenere i fondi per risarcire i residenti che hanno subito danni con la sovvenzione di Regione Lombardia. 

A Bovisio Masciago un comunicato del sindaco ha reso note le procedure per poter ottenere da parte di famiglie e imprese risarcimenti per i danni subiti.

"L’amministrazione comunale sta provvedendo con gli altri sindaci dell’asta del Seveso" si apprende dal comunicato del primo cittadino Giuliano Soldà, "a richiedere alla Regione Lombardia la dichiarazione di stato di calamità naturale".

Per riuscire a essere ripagati delle perdite subite bisogna tenere "il rendiconto dei danni e delle spese effettuate per i lavori di bonifica ed eventuale documentazione fotografica relativa, per un eventuale rimborso".

Il rimborso ci sarà se verrà "riconosciuto dallo Stato il diritto al risarcimento delle popolazioni colpite" e l'invito a procedere con le pratiche di risarcimento che riguardano polizze assicurative esistenti resta valido: "Nel frattempo chi è coperto da assicurazione può procedere alla richiesta di rimborso danni alla propria compagnia assicurativa. Qualora servisse una dichiarazione da parte degli uffici comunali può recarsi presso l’ufficio di segreteria generale" si legge.

I medesimi provvedimenti sono stati presi anche dal comune di Meda che ha pubblicato le schede di cui i cittadini si possono servire per inoltrare le richieste di risarcimento danni. 

"I moduli- si legge nell'avviso- andranno compilati allegando una copia di documento d'identità e consegnati all'Ufficio Protocollo oppure inviati all'indirizzo mail posta@comune.meda.mb.it entro e non oltre le ore 12.00 del giorno 14 luglio 2014". 

Anche a Cesano Maderno con l'ordinanza n.138 dell'8 luglio 2014 è stato dichiarato lo stato di calamità naturale e la raccolta delle segnalazioni dei danni subiti per procedere con l'inoltro a Regione Lombardia ha come termine ultimo il 14 luglio alle 13. 

"Il Comune ha tempi strettissimi per raccogliere e inviare tutte le segnalazioni di danni subiti da privati o attività produttive per inoltrarle alla Regione. La segnalazione dei danni non dà automaticamente diritto al riconoscimento economico: condizioni necessarie sono il riconoscimento dell'evento calamitoso da parte della Regione e la valutazione dell'ammissibilità all'eventuale riconoscimento dei danni subiti e denunciati al Comune, anche questo di esclusiva competenza regionale" ci tengono a sottolineare dal Comune. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • La pensione di dicembre e la tredicesima arrivano il 25 novembre: la novità in Brianza

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

  • Salute Donna e il San Gerardo piangono la morte di Licia, l'infermiera dal cuore buono

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

Torna su
MonzaToday è in caricamento