Giovedì, 21 Ottobre 2021
Politica Villa Reale / Via Tommaso Grossi

Province, salta discussione in Regione: Monza "rischia" di salvarsi

La crisi della Giunta Regionale ha fatto saltare la discussione sul riordino delle province prevista per oggi. Al momento l'unica proposta pronta da inviare al Governo è quella del CAL, che prevede una deroga per Monza. Ma Roma ha già detto che non c'è spazio per eccezioni

MONZA - E' saltata la discussione in Consiglio regionale, in programma per oggi, sul riordino delle province. La seduta, durante la quale si è discusso sulla crisi politica in Lombardia e sull'ipotesi di elezioni anticipate, si é infatti conclusa senza trattare l'argomento. Entro il 24 ottobre la Regione, che ha presentato ricorso alla Corte costituzionale contro il riordino, dovrà presentare le sue proposte di deroghe e accorpamenti al Governo. Per ora l'unica proposta avanzata è quella approvata dal Consiglio autonomie locali (Cal), che ha disegnato una Lombardia con otto province e Milano città metropolitana, chiedendo l'accorpamento di Varese con Como e Lecco e di Lodi con Cremona e deroghe per Sondrio, Monza-Brianza e Mantova. I confini delle province di Pavia, Brescia e Bergamo rimarrebbero invece invariati, in quanto rispettano i requisiti di superficie e popolazione fissati dal decreto sulla spending review. Il Governo ha però fatto sapere di non aver intenzione di concedere alcuna deroga.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Province, salta discussione in Regione: Monza "rischia" di salvarsi

MonzaToday è in caricamento