Quattrordici profughi in un appartamento, a Giussano arriva Matteo Salvini

"Pazzesco" ha commentato il leader della Lega Nord che mercoledì mattina è stato presente al presidio di protesta organizzato davanti allo stabile di via Giordano

Foto del consigliere provinciale del Carroccio Andrea Monti (Facebook)

La protesta dei residenti di via Giordano a Giussano mercoledì mattina ha fatto arrivare in Paese Matteo Salvini.

Intorno alle 12 una folla di residenti e curiosi, insieme agli esponenti del Carroccio del territorio, hanno accolto il leader della Lega Nord proprio davanti alla villetta dove da qualche tempo sono stati ospitati quattordici profughi pakistani. La notizia della presenza dei cittadini richiedenti protezione internazione, dopo il loro arrivo nello stabile al civico 13 che si trova di fronte alle scuole elementari, è circolata velocemente e si è fatto sentire anche il malcontento dei cittadini che hanno programmato un presidio di protesta. L'edificio dove si trovano i quattordici ospiti si compone di diversi appartamenti e uno di questi è stato messo a disposizione del consorzio che si occupa della gestione dell'accoglienza in Brianza attraverso il bando della Prefettura. Gli spazi sono di proprietà di tre fratelli ma solo uno, senza l'approvazione dell'altro fratello e della sorella, ha sottoscritto l'accordo. Contrari anche i vicini di casa che non si aspettavano l'arrivo degli ospiti. 

Il leader della Lega Nord ha visitato lo stabile e ha chiesto che vengano trovate soluzioni per l'accoglienza anche per i cittadini brianzoli disagiati. Durante la sua presenza al sit-in di protesta Salvini ha anche sintetizzato, in cifre, i numeri dell'accoglienza in Brianza contando circa 700 cittadini richiedenti asilo ospitati per una spesa totale di 9 milioni di euro all'anno, pari a 24mila euro al giorno. 

GUARDA IL VIDEO. 

Matteo Salvini ha parlato della sua visita anche dai social da dove ha commentato: "Pazzesco! 14 presunti profughi, tutti maschi adulti, in un solo appartamento, fra vicine di casa arrabbiate, proprio davanti a una scuola elementare. E la solita cooperativa ci guadagna". 

Critico anche il consigliere provinciale della Lega Nord Andrea Monti, presente al presidio: "Con Matteo Salvini per raccontare che a Giussano lo stato ospita a nostre spese 14 pakistani in una bella villettina fronte scuola (giusto per non farsi mancare nulla), in un contesto promiscuo con altre due ignare famiglie, giardino e vialetto". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • Monza, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • La pensione di dicembre e la tredicesima arrivano il 25 novembre: la novità in Brianza

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

  • A due ore d'auto da Monza, in Valmalenco, un ghiacciaio che ricorda l'Islanda

Torna su
MonzaToday è in caricamento