Revisione dell'accordo per i servizi tra il Comune e l'impresa Sangalli

E' stato siglato un accordo per la revisione del contratto sulla gestione dei rifiuti nel territorio di Monza: accordati 4,8 milioni di euro di riduzioni canone

La flotta aziendale della Sangalli

Martedì il Comune di Monza ha siglato un accordo transattivo con l’impresa Sangalli per effettuare una revisione del contratto che lega l’amministrazione monzese all’impresa per il servizio di gestione rifiuti nel territorio cittadino.

Il documento vincola l’erogazione dei servizi fino al 2018, con un ulteriore riconoscimento al Comune di 1,2 milioni di euro a fronte di un’eventuale proroga di un anno. Con l’accordo l’azienda riconosce all’amministrazione comunale la riduzione del canone di servizio di circa 4,8 milioni di euro: verranno erogati servizi aggiuntivi per 800 mila euro che potranno comunque essere monetizzati.

La firma dell’accordo è arrivata all’indomani della lettura delle condanne di lunedì, in Tribunale a Monza, per i 28 imputati nel procedimento che avevano scelto il rito abbreviato, patron Sangalli e figli compresi.

Leggi qui le condanne.

A siglare l’accordo in municipio a Monza erano presenti il primo cittadino del capoluogo brianzolo Roberto Scanagatti e Cesare Spreafico, Presidente del Consiglio di Amministrazione nominato nel luglio 2014.

“Ci riteniamo soddisfatti per l’intesa”, ha detto il sindaco Scanagatti- "L’intento dell’amministrazione comunale, sin dall’inizio della trattativa, è stato quello di fare l’interesse dei cittadini e dei dipendenti per garantire servizi fondamentali alla città e il mantenimento dei livelli occupazionali di un’azienda importante che opera a Monza. Questo accordo non preclude al Comune la possibilità di proseguire la propria azione in tutte le sedi giuridiche per chiedere il giusto risarcimento a chi ha causato un danno alla città”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il Comune di Monza infatti si era costituito parte civile nel processo sullo scandalo tangenti e appalti che aveva coinvolto l’azienda. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Parcheggia l'auto e va al cinema, due ore dopo la trova "sventrata" e senza volante

  • Coronavirus, ecco i 10 comuni brianzoli con più contagi

  • Atti osceni con una ragazza nuda in un giardinetto a Monza, multa da 10mila euro

  • Dove fare il vaccino anti-influenzale a Monza e in Lombardia: tutte le informazioni

  • Coprifuoco, centri commerciali chiusi nel weekend e didattica a distanza: le nuove misure anticovid in Lombardia

  • La "gardella hash", la nuova potentissima droga sequestrata a Monza

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento