Silvio Berlusconi potrebbe svolgere i servizi sociali ad Arcore

Giovedì è fissata al Tribunale di Sorveglianza l'udienza in cui si discuterà dell'affidamento ai servizi sociali del Cavaliere. L'alternativa è la detenzione domiciliare

Silvio Berlusconi

L’udienza per la richiesta di affidamento ai servizi sociali di Silvio Berlusconi è fissata per giovedì ma già trapelano le prime indiscrezioni su dove e come il Cavaliere dovrà svolgere i servizi socialmente utili previsti dalla condanna per il processo Mediaset.

In una relazione dell’Uepe, Ufficio esecuzione penale esterna, si paventa la possibilità che l’ex premier assista gli anziani in una struttura sanitaria dell’hinterland milanese e c'è chi invece si augura lo faccia ad Arcore.

La proposta dei servizi sociali è apparsa sul sito online di Avvenire ma a decidere dovranno essere i giudici del Tribunale di sorveglianza.

Si profilano due diverse possibilità per Berlusconi: i domiciliari oppure i servizi socialmente utili da svolgere per un anno, pena che si riduce a 9 mesi con la buona condotta.

Ma la vera questione che preoccupa l’ex premier non è tanto dove e come dovrà impegnarsi ma la garanzia dell’agibilità politica, richiesta che avanzano anche tutti gli esponenti di Forza Italia. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, "Probabile terza ondata in Lombardia": la Regione studia il piano per il vaccino

  • Monza, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • Omicidio a Monza, uomo ucciso a coltellate in via Fiume: morto 42enne

  • Ucciso a coltellate in strada a San Rocco, morto un uomo di 42 anni a Monza

  • I vestiti sporchi di sangue in lavatrice e il coltello rimesso a posto, fermati due minorenni per l'omicidio di Cristian

  • Brugherio, troppi clienti dentro il negozio nel centro commerciale: multa e attività chiusa

Torna su
MonzaToday è in caricamento