Politica

Sindaco di Meda, ancora scontro Taveggia-Caimi

I legali di Taveggia non si arrendono alla sentenza che ha riportato Caimi sulla poltrona di primo cittadino di Meda

MEDA  - Ancora scontro tra Taveggia e Caimi. La “guerra” sembra non finire e il comune di Meda si è visto cambiare sindaco tre volte nel giro di 15 mesi. L’ultima mossa riguarda la presentazione di una revocatoria da parte di Giorgio Taveggia , così come aveva preannunciato la sera del ribaltone del Consiglio di Stato.

Taveggia e i suoi legali sono infatti convinti che il Consiglio di Stato abbia commesso un grave errore di giudizio e quindi chiedono che “in via preliminare il Consiglio di Stato voglia disporre l’immediata sospensione della sentenza impugnata”.

Il Consiglio di Stato ha riportato tutto com’era dopo il ballottaggio: Caimi è ancora sindaco di Meda per un solo voto, assegnati 3.867 voti a Taveggia (Lega) e 3.868 voti a Caimi (Centrosinistra). La Lega di Taveggia non molla e l’avvocato potrebbe chiedere di invalidare una scheda e la revocatoria sarà contro il presidente che ha firmato la sentenza del Consiglio di Stato di Roma.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sindaco di Meda, ancora scontro Taveggia-Caimi

MonzaToday è in caricamento