Sindaco di Meda, ancora scontro Taveggia-Caimi

I legali di Taveggia non si arrendono alla sentenza che ha riportato Caimi sulla poltrona di primo cittadino di Meda

MEDA  - Ancora scontro tra Taveggia e Caimi. La “guerra” sembra non finire e il comune di Meda si è visto cambiare sindaco tre volte nel giro di 15 mesi. L’ultima mossa riguarda la presentazione di una revocatoria da parte di Giorgio Taveggia , così come aveva preannunciato la sera del ribaltone del Consiglio di Stato.

Taveggia e i suoi legali sono infatti convinti che il Consiglio di Stato abbia commesso un grave errore di giudizio e quindi chiedono che “in via preliminare il Consiglio di Stato voglia disporre l’immediata sospensione della sentenza impugnata”.

Il Consiglio di Stato ha riportato tutto com’era dopo il ballottaggio: Caimi è ancora sindaco di Meda per un solo voto, assegnati 3.867 voti a Taveggia (Lega) e 3.868 voti a Caimi (Centrosinistra). La Lega di Taveggia non molla e l’avvocato potrebbe chiedere di invalidare una scheda e la revocatoria sarà contro il presidente che ha firmato la sentenza del Consiglio di Stato di Roma.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La pensione di dicembre e la tredicesima arrivano il 25 novembre: la novità in Brianza

  • Ospedale di Vimercate "al collasso", NurSind: "Di notte solo 2 infermieri per 53 malati"

  • Dramma ad Agrate Brianza, trovato senza vita in un campo un uomo di 34 anni

  • Salute Donna e il San Gerardo piangono la morte di Licia, l'infermiera dal cuore buono

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • Passa con il rosso e si scontra con un'auto poi la Seat finisce contro muro e prende fuoco

Torna su
MonzaToday è in caricamento