Politica Seregno / Via Umberto I

Seregno, eletto con un solo voto: questa sera l'esordio in consiglio comunale

Storia di Stefano, 22enne studente di giurisprudenza che questa sera prenderà posto per la prima volta in consiglio comunale al posto di Federica Forcolin. Alle urne ha guadagnato un solo voto: e non è il suo.

SEREGNO -  Lo sogni sin da quando, giovanissimo, cominci a partecipare alle riunioni dei Giovani Padani. Ti candidi senza speranze.  Le elezioni si svolgono, e come previsto non vieni eletto. Tutto secondo copione, come per migliaia di "aspiranti" membri delle assemblee cittadine. Che si sa, gli eletti sono pochi, ma allungare la lista magari  consente di raggranellare qualche voto. 

Invece, il gran giorno è arrivato. Stefano Casiraghi, 22 anni, questa sera varcherà la fatidica soglia del Comune e prenderà posto sul suo scranno da consigliere. Il miracolo si è compiuto nei giorni scorsi, dopo le dimissioni di Federica Forcolin. La giovane consigliera ex lumbard ha rassegnato le dimissioni nei giorni scorsi delusa dalla politica. Ed è cominciato il panico.  Il primo tra i non eletti nel frattempo (si votò nel 2010) è infatti passato a miglior vita. Nessuno di quelli che seguivano voleva assumere l'incarico.  E così,  scorrendo l'elenco, è toccato a lui: il quarto in ordine di voti, anche se la preferenza è una sola. 

I maligni, si tacciano. Dormano sonni  tranquilli: quel voto non  è suo. Il 22enne Stefano, studente di giurisprudenza, la sua preferenza se l'è guadagnata sul campo:  risiede a Biassono, e vota lì.  Sa però chi gli ha concesso il privilegio di non essere rappresentante di se stesso: un amico d'infanzia, fedele fin dentro al segreto dell'urna. "Dio ti vede, Stalin no", si diceva un tempo prima delle elezioni: e quel voto è risultato determinante. 

Per il neo consigliere, si tratta di un'esperienza destinata a durare  fino al 2015, quanso  si tornerà alle urne in un Comune in cui non sono mancati gli scricchiolii. Mantiene un basso profilo il sindaco, Giacinto Mariani, che ha dato il benvenuto a Casiraghi questa mattina all'atto dell'accettazione della nomina. In realtà la presenza di Stefano rinsalderà una maggioranza che si era ridotta man mano nel corso degli anni, fino ad restare con soli due voti in più rispetto all'opposizione. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Seregno, eletto con un solo voto: questa sera l'esordio in consiglio comunale

MonzaToday è in caricamento