Tassa di soggiorno, Scanagatti vota contro la sua maggioranza

Bocciata la proposta di esentare dal pagamento dell'imposta gli studenti universitari

Un voto alquanto curioso (Foto da Fb, Martina Sassoli)

Maggioranza e opposizione unite contro l’applicazione della tassa di soggiorno per gli studenti universitari e il sindaco Scanagatti, invece, pronto a sostenerla.

E’ questo quanto successo giovedì sera in Consiglio Comunale dove l’argomento caldo era proprio l’introduzione della nuova imposta per il 2014, in discussione già da tempo, concepita come fondo per finanziare iniziative culturali e turistiche per Expo 2015 ormai alle porte.

Si tratta di un importo pari a 0,50 centesimi da moltiplicare per le stelle dell’albergo in cui si pernotta e per le notti del soggiorno.

Una tassa su cui la Confcommercio aveva sollevato perplessità perché andrebbe a gravare ulteriormente su un settore, quello turistico, già messo in ginocchio dalla crisi ma a cui Monza non ha voluto rinunciare.

Ma in Consiglio Comunale giovedì è avvenuto un fatto alquanto curioso: il sindaco Scanagatti ha votato per la bocciatura dell’esenzione dal pagamento dell’imposta di soggiorno per gli studenti universitari, contro la sua maggioranza. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, "Probabile terza ondata in Lombardia": la Regione studia il piano per il vaccino

  • Monza, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • Omicidio a Monza, uomo ucciso a coltellate in via Fiume: morto 42enne

  • Ucciso a coltellate in strada a San Rocco, morto un uomo di 42 anni a Monza

  • I vestiti sporchi di sangue in lavatrice e il coltello rimesso a posto, fermati due minorenni per l'omicidio di Cristian

  • Brugherio, troppi clienti dentro il negozio nel centro commerciale: multa e attività chiusa

Torna su
MonzaToday è in caricamento