Fimer Usmate Velate, Lega: "Amministrazione fumosa"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MonzaToday

CASO FIMER – NUOVA DELIBERA DELLA GIUNTA COMUNALE DI USMATE VELATE,
MA LA SEDUTA DI CONSIGLIO COMUNALE VIENE RINVIATA A DATA DA DESTINARSI


Il Capodelegazione della Lega Nord in Giunta Provinciale di Monza e della Brianza, Andrea Monti:
“La Lega Nord si batterà in difesa del territorio per il ripristino reale della parte sfregiata
della Rete Ecologica Regionale e presenterà soluzioni alternative”
La Giunta Comunale di Usmate Velate, condannata dal Consiglio di Stato per aver permesso la realizzazione del complesso Fimer nel corridoio della Rete Ecologica Regionale, con delibera n° 108 del 14 agosto 2012 ha approvato l’atto di indirizzo che verrà sottoposto al Consiglio Comunale, per avviare “senza indugio la procedura di variante urbanistica” che individua le aree che saranno oggetto dell’intervento di compensazione ambientale.

La delibera ribadisce i contenuti della bozza di convenzione da stipularsi fra Comune, Fimer e Provincia di Monza e della Brianza, che però la Provincia MB non ha mai approvato, eccependo le scelte effettuate dal Comune nell’individuazione delle aree messe a disposizione, di cui almeno 1 ettaro sarebbe già ricompreso nel corridoio della R.E.R., mentre dei mq. rimanenti almeno la metà è costituita da strade, marciapiedi, parcheggi, parco giochi attrezzato, etc., senza contare che per la metà delle aree in questione è prevista la possibilità di edificare. “Spiace constatare che tornano i vecchi modi di fare politica dei governi “balneari”, quelli che tentavano di prendere decisioni importanti proprio nei giorni in cui tanti propri concittadini erano in vacanza” dichiara il leghista Andrea Monti, Assessore Provinciale di Monza e della Brianza e Capodelegazione del Carroccio in Giunta Provinciale MB “Da quando una strada o un parcheggio sarebbero interventi di compensazione ambientale? Come è possibile presentare un’ipotesi di intervento di compensazione ambientale che prevede la possibilità di edificare metà delle aree in questione? A questo punto cominciamo a sentirci presi in giro. Il cemento, pubblico o privato che sia, resta sempre cemento e significa pertanto la negazione di qualsivoglia intervento di compensazione e ripristino ambientale.”

“L’atteggiamento dell’Amministrazione Comunale di Usmate Velate appare sempre più fumoso e poco chiaro” prosegue l’Assessore Monti ripercorrendo la sequenza dei fatti delle ultime ore “Dapprima, con la delibera di Giunta del 14 agosto scorso, ha proseguito nel proprio intento come se nulla fosse, senza tenere conto che la Provincia MB non ha mai approvato né ratificato i contenuti della bozza di convenzione adottata dalla Giunta Comunale. Ma la Provincia è ben vigile su quanto sta accadendo e non si limita di certo a fare il ruolo del “servo sciocco”, come forse qualcuno sperava. Non è un caso che la seduta di Consiglio Comunale convocata per il prossimo lunedì 27 agosto, con iscritto all’Ordine del Giorno il caso “Fimer” come unico punto, sia stata oggi rinviata a data da destinarsi.”

“A questo punto esortiamo l’Amministrazione Comunale a smetterla con questi “giri di walzer” e a presentare una proposta di individuazione delle aree oggetto dell’intervento di compensazione ambientale che sia chiara e soprattutto che possa costituire una soluzione reale per il concreto ripristino della R.E.R. ferita, in cui le aree individuate per la compensazione ambientale siano realmente aree verdi e destinate a rimanere tali” commenta l’Assessore Monti “Invitiamo altresì l’Amministrazione Comunale a non indugiare ulteriormente, perché siamo preoccupati per la gravità della questione anche sotto il profilo imprenditoriale ed occupazionale, dal momento che con questo comportamento sta mettendo a serio repentaglio e frenando lo sviluppo di un’azienda che ha vinto un’importante commessa nel settore fotovoltaico e che potrebbe diventare un fiore all’occhiello del nostro territorio provinciale, creando quell’occupazione tanto preziosa in questo periodo di crisi economica” “La Lega Nord darà battaglia e non cederà di un passo, anche in Consiglio Comunale, per difendere i veri interessi ambientali ed occupazionali dei cittadini di Usmate Velate e della Brianza, con l’obiettivo unico e prioritario di ripristinare realmente la parte sfregiata della Rete Ecologica Regionale” dichiara il Capogruppo Consiliare della Lega Nord di Usmate Velate, Matteo Siface “I cittadini di Usmate Velate prendano atto che la loro Giunta Comunale, che a parole dice di volere “tutelare la salvaguardia del territorio e delle aree verdi in esse presenti, e le aspettative occupazionali” ha operato e continua ad operare in direzione contraria. Ci chiediamo quali siano i reali interessi sottostanti. La Lega Nord si riserverà di presentare proposte alternative relativamente all’identificazione delle aree oggetto dell’intervento. Spiace inoltre constatare l'assoluto silenzio delle realtà ecologiste ed ambientaliste locali."

I più letti
Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento