Venerdì, 22 Ottobre 2021
Politica Carate Brianza

Il Movimento Cinque Stelle di Carate Brianza replica alle accuse per la vignetta "satirica"

Il post condiviso su Facebook dopo il polverone di critiche era stato rimosso e ora, a distanza di giorni, il Movimento Cinque Stelle cittadino torna sull'argomento: "Distanza da qualsiasi interpretazione che possa avere uno sfondo razzista"

Non c'è stato alcun tipo di strumentalizzazione sulla tragedia dei migranti.

Questa la posizione che il Movimento Cinque Stelle di Carate Brianza, a qualche giorno di distanza rispetto al polverone di polemiche che la pubblicazione di una vignetta satirica aveva scatenato, ha voluto esprimere con una nota ufficiale.

Dopo la pubblicazione della vignetta sulla pagina Facebook del movimento politico cittadino le voci critiche avevano portato Il Movimento Cinque Stelle di Carate Brianza a rimuovere il post: adesso però al gesto hanno fatto seguito le spiegazioni con tanto di replica al Partito Democratico che, per voce del segretario cittadino Fabio Casiraghi, era intervenuto sulla questione.

"A seguito alle polemiche dei giorni scorsi, precisiamo ancora una volta che la vignetta, condivisa in internet, è di tipo satirico e che in nessun modo vuole essere a sfondo razzista" si legge nel comunicato diffuso.

"Giova anche ricordare che è nostro dovere accogliere gli abitanti di quelle nazioni e/o paesi che nel tempo abbiamo depredato delle loro risorse naturali" - si legge nella nota che non risparmia la polemica - "Non accettiamo invece le critiche di chi ci dovrebbe governare e garantire la sicurezza del territorio anche in ambito territoriale".

Al Partito Democratico che aveva commentato così l'accaduto "Screditare un avversario politico ironizzano su una tragedia che, dall'inizio del 2015 ha visto già oltre 2000 disperati perdere la vita, è indice di una pochezza di contenuti disarmante oltre che di scarsa umanità" il Movimento Cinque Stelle di Carate Brianza ha voluto replicare con una citazione da un articolo di Monia Benini "Immigrazione a chi giova?" per esprimere meglio il proprio pensiero sul tema. 

"Il Movimento Cinque Stelle chiede che gli immigrati giunti irregolamermente sul territorio italiano che non rientrano nello status di rifiugiati vengano espulsi" si legge ancora nel testo. "In tutti i paesi del mondo i calndestini vengono espulsi. E' una questione di civile buonsenso (...) Un milione di persone potrebbe entrare in Italia nei prossimi mesi grazie a un governo imbelle e poi non si tratterà più di immigrazione ma di stato di guerra, di conflitto sociale di cui nessuno ha la minima idea di come si possa conludere". 

Così, appena un giorno dopo il recapito di alcune lettere da parte dell'amministrazione comunale ad alcuni residenti per informarli dell'allestimento di un hub di accoglienza in città, tra le parti politiche si riaccende lo scontro sul tema. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Movimento Cinque Stelle di Carate Brianza replica alle accuse per la vignetta "satirica"

MonzaToday è in caricamento