Politica Vimercate

Villa Sottocasa, il sindaco Brambilla e Roberto Rampi rinviati a giudizio

Il primo cittadino e l'ex vicesindaco, oggi deputato, sono stati rinviati a giudizio con l'accusa di abuso d'ufficio in merito alla ristrutturazione della storica dimora di Vimercate

Il primo cittadino di Vimercate e l'ex sindaco della cittadina, oggi deputato del Partito Democratico, Roberto Rampi, sono stati rinviati a giudizio per presunto abuso in atti di ufficio in merito alla vicenda della ristrutturazione di Villa Sottocasa.

Gli interventi, secondo l'accusa, non sarebbe stati conformi ai permessi rilasciati dalla Soprintendenza ai Beni Culturali.

A segnalare la difformità presente nei documenti del Comune è stato l'architetto Rossella Moioli responsabile della ristrutturazione: da quell'esposto presentato nel 2011 è partita l'indagine dei carabinieri del Nucleo per Tutela del Patrimonio Culturale.

La decisione è stata resa nota nella mattina di venerdì: insieme a Rampi e Brambilla con accuse, contestate a vario titolo, di abuso d'ufficio, reati di falso, di violazione di norme sulla tutela dei Beni culturali è finito a processo anche Bruno Cirant, dirigente del settore urbanistica del municipio di Vimercate e altre personalità. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Villa Sottocasa, il sindaco Brambilla e Roberto Rampi rinviati a giudizio

MonzaToday è in caricamento