menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La delegazione della Lega Nord fuori dal carcere

La delegazione della Lega Nord fuori dal carcere

Lega Nord in visita al carcere di Monza: "Bisogna tutelare gli agenti"

Agevolazioni e indennizzi per gli agenti della polizia penitenziaria e denuncia delle problematiche quotidiane: "C'è chi si interessa di far avere gli 8 euro al giorno ai carcerati e chi invece punta agli agenti"

Più tutele e agevolazioni per gli agenti della polizia penitenziaria.

E' questa la richiesta che arriva unanime dalla voce dei rappresentanti della Lega Nord del territorio che venerdì pomeriggio si sono recati nella casa circondariale di via Sanquirico a Monza, dove hanno incontrato i dirigenti della struttura e appurato con i loro occhi lo stato delle carceri nelle quali le guardie sono costrette ogni giorno a operare.

"Il senso della nostra visita qui oggi", ha esordito il segretario cittadino del Carroccio Federico Arena, "è quello di capire in che condizioni lavorano gli agenti della polizia penitenziaria, non denunciare lo stato in cui si trovano i detenuti".

"C'è chi si interessa di far avere gli 8 euro al giorno ai carcerati e chi invece punta agli agenti" ha spiegato Arena. 

La volontà di verificare personalmente le problematiche sollevate attraverso diverse segnalazioni e farsi tramiti di una denuncia di categoria per portare le istanze e le richieste provenienti dal territorio al governo o in regione e nei consigli comunali ha riunito a Monza l'onorevole Paolo Grimoldi, il capogruppo della Lega Nord in consiglio regionale Massimiliano Romeo e i consiglieri comunali del Carroccio Simone Villa e Alberto Mariani insieme al segretario monzese Federico Arena.

Tra i disagi denunciati ci sono i problemi strutturali legati alle caserme e alla mensa oltre alla questione degli alloggi di servizio in uso agli agenti che già in passato aveva suscitato polemica per la contrarietà degli agenti alla richiesta di un canone per l'utilizzo.

Nello specifico caso della mensa invece si lamenta un servizio al ribasso che non tiene conto della qualità dei pasti consumati e la presenza di infiltrazioni in diverse aree del locale.

L'impegno che la Lega Nord ha deciso di assumersi a livello comunale è la richiesta in sede di consiglio di agevolazioni per gli agenti della polizia penitenziaria per garantire loro i medesimi benefici di cui godono le altre forze di polizia. 

Mentre per gli agenti penitenziari si chiedono maggiori tutele, affrontando il discorso detenuti i toni e le rimostranze cambiano registro.

"La metà dei detenuti presenti all'interno del carcere, da quanto abbiamo visto oggi, sono immigrati" ha dichiarato Grimoldi, sottolineando come i provvedimenti "svuotacarceri" abbiano portato a una diminuzione di detenuti che si è tradotta in conseguenze negative in termini di "parametri di sicurezza e legalità sul territorio".

Secondo il consigliere comunale Mariani la facilità con cui malviventi arrestati e condannati vengono rimessi in libertà è direttamente collegata, dati sulla criminalità a Monza alla mano, all'aumento del numero di furti in città e in provincia.

A non andare giù alla Lega Nord però c'è anche la questione relativa all'esenzione dal ticket prevista per i detenuti, che non pagano esami e visite indipendentemente dal reddito proprio o della famiglia. 

"Perchè un cittadino onesto invece lo deve pagare?" - domanda il segretario cittadino Arena -"Questa esenzione non ha motivo di esistere per correttezza nei confronti della gente per bene". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il supermercato alle porte della Brianza dove 'si fa la spesa gratis'

social

Besana Brianza, in coda per il vaccino c'è Maurizio Vandelli

Coronavirus

Per la Lombardia sarà l'ultima settimana in zona arancione?

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Come funziona la truffa del pacco (e come difendersi)

  • Economia

    Validità e regole per il bonus vacanze 2021

Torna su

Canali

MonzaToday è in caricamento