Carrier: Rampi (Pd): "L'azienda rispetti gli impegni di etica e lavoro"

Mercoledì 29 ottobre presidio dei lavoratori in Piazza San Pietro per protestare contro la chiusura

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MonzaToday

"Mentre da un lato il gruppo UTC realizzava il nuovo condizionamento della Cappella Sistina, a dimostrazione della capacità produttiva dell'azienda, dall'altro chiudeva le fabbriche di Torreglia (Pd) e Villasanta (MB) lasciando a casa oltre 400 persone". Lo dichiara Roberto Rampi, deputato del Partito Democratico, che oggi ha raggiunto il presidio dei lavoratori Carrier in Piazza San Pietro. L'onorevole vimercatese del Partito Democratico si era già occupato dei lavoratori di Carrier con un'interrogazione parlamentare a gennaio di quest'anno.

"Sullo stabilimento di Villasanta - spiega Rampi - esiste un accordo di reindustrializzazione. Ma occorre accelerare i tempi e vigilare sulla sua attuazione. La mia vicinanza è una vicinanza attiva. Stiamo lavorando sull'attrattività dell'area, sollecitando la Regione, e sulla tenuta degli ammortizzatori sociali"

"Ma è anche giusto dare voce a chi ha voluto venire a Roma a dire in piazza che, se lì a pochi metri Carrier assegna un colpo di mercato, a maggior ragione andrebbe richiamata a un'etica del lavoro denunciata per una delocalizzazione volta solo al maggior profitto", conclude il deputato democratico.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento