Progetto professionalità 2016/2017: due vincitori dalla provincia di Monza e Brianza

Sono il dottor Monzani, 35 anni, e la dottoressa Rossana Cantù, 24, premiati dalla Fondazione Banca del Monte di Lombardia

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MonzaToday

Dario Monzani vive a Sulbiate e Rossana Violante Cantù a Concorezzo. Entrambi si sono guadagnati un posto tra i vincitori della XVIII edizione del bando "Progetto Professionalità Ivano Becchi", promosso, ogni anno, dalla Fondazione Banca del Monte di Lombardia e presto potranno svolgere i percorsi di formazione professionale da loro proposti, totalmente finanziati a fondo perduto. Assegnista di ricerca presso il Dipartimento di Psicologia dell'Università degli Studi di Milano-Bicocca, il dottor Monzani, 35 anni, è specializzato in Scienze della Formazione e della Comunicazione. Ritiene che, al giorno d'oggi, la ricerca psicologica e sociale non possa prescindere da un'accurata analisi delle personalità attraverso i social network, indagine che necessita di competenze specifiche. Per acquisirle volerà negli States, in Texas, per formarsi all'interno del Gosling Lab, la realtà internazionale più avanzata in quest'ambito. "Le competenze acquisite mi permetteranno di rafforzare notevolmente il mio curriculum e di renderlo estremamente competitivo sia per quanto riguarda la ricerca psicologica nel mondo accademico sia per l'attività pratica nel mondo delle indagini d'opinione e delle ricerche di mercato. Queste metodologie innovative sono al momento del tutto sconosciute sul territorio lombardo così come in Italia.", spiega Dario. Potrà, così, contribuire alla crescita di un settore di ricerca ancora piuttosto carente nel nostro Paese. L'utilizzo intelligente delle nuove tecnologie sarà al centro anche del percorso di Rossana, 24 anni, la più giovane tra gli assegnatari del bando. Laureata in Scienze Politiche presso l'Università Cattolica del Sacro Cuore, con specializzazione in Relazioni Internazionali ed Economiche, ha conseguito un master interdisciplinare in Affari Internazionali a Ginevra e maturato varie esperienze associative nel terzo settore, oltre a competenze informatiche lavorando nel settore del digital marketing e nel team di Google. Ha sempre pensato che l'innovazione nasca dall'interconnessione tra tecnologia e creatività e che l'ambito artistico sia quello in cui possa esprimersi meglio. "Nei musei lombardi l'arte è spesso associata a semplice contemplazione e non viene considerata come esperienza che apporti valore e rafforzi la comunità locale." , osserva la dottoressa Cantù. Questa considerazione l'ha portata a scegliere di trascorrere 6 mesi di formazione al SFMOMA, Museo dell'Arte Moderna di San Francisco, all'avanguardia nell'innovare il rapporto visitatore-opera d'arte attraverso strumenti come il monitoraggio spaziale e la realtà aumentata e virtuale. "Acquisirò competenze e prospettive inedite, che voglio riportare in Lombardia per arricchirne ed innovarne l'approccio.", auspica Rossana. Progetto Professionalità sarà, per loro, un'opportunità unica per realizzare i loro sogni professionali.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento