Publitrust vince con fantasia

Assegnati i Premi Agorà per la comunicazione Pubblicitaria. La Monzese Publitrust tra le 12 Agenzie premiate

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MonzaToday

Nella cornice siciliana di Taormina si è svolta la cerimonia di consegna del Premio Nazionale Agorà per la comunicazione pubblicitaria. Creato nel 1986 dal CLUB Dirigenti Marketing con la collaborazione di ADICO, AISM, ASSIRM, ASSOCOM, CDM,FEDERPUBBLICITA’, IAA,IULM, PUBBLICITA’ progresso, UNICOM e UPA, ha lo scopo di valorizzare e incentivare la comunicazione pubblicitaria, e rappresenta un festival unico nel panorama pubblicitario italiano. La presenza in giuria di figure professionali differenti, (grafici, esperti di marketing, copywriter, psicologi applicati, ricercatori) assicura un’attenta analisi della copystrategy e delle tendenze del mercato attraverso un meccanismo di valutazione che va oltre il solo criterio estetico. L’edizione 2017, oltre ad essere la 30esima segna un importante traguardo per il premio, giunto alla piena maturità: 44 agenzie partecipanti alle quali verrà assegnato l’ Agorà d’oro, gli Agorà d’ argento e l’ Agora Platinum, riconoscimento celebrativo istituito per il trentennale, assegnato alle agenzie che hanno già in passato partecipato e vinto questa competizione. Publitrust si è aggiudicata il suo ottavo premio Agorà d’oro per la migliore Comunicazione Integrata con il progetto di coordinamento della 34 edizione della Mostra Internazionale: Le Immagini della fantasia. Le Immagini della fantasia è una rassegna internazionale che ha l’obiettivo di dare visibilità ai linguaggi dell’illustrazione cercando di cogliere l’esemplarità del percorso creativo di ogni autore nel contesto mondiale. I mezzi utilizzati nella campagna vincitrice sono stati molteplici e con caratteristiche molto differenti tra loro. Pieghevoli informativi, cartoline collezionabili di anno in anno, inviti, cataloghi generali, manifesti, poster e attività sui canali digital. Ma anche allestimenti delle diverse location. Tutto questo ha significato verificare ogni singola applicazione determinandone il grado di lettura in relazione ai diversi target di riferimento.

Torna su
MonzaToday è in caricamento