Raccolta abiti: i cittadini di Limbiate chiedono quando sarà ripristinato il servizio

La raccolta dei vestiti usati gestita dall’organizzazione HUMANA People to People, dal 2014 a oggi, ha generato importanti benefici sociali e ambientali. I cittadini chiedono ora di riavere i contenitori sul territorio.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MonzaToday

La generosità dei limbiatesi ha permesso a HUMANA People to People Italia di raccogliere, dal 2014 a oggi, oltre 135 mila chili di vestiti, scarpe e accessori. Un risultato importante possibile grazie alla convenzione firmata, a maggio del 2014, tra l'organizzazione non profit e il Comune di Limbiate. A seguito del bando di gara, infatti, HUMANA è stata selezionata per l'efficienza del servizio, la trasparenza della propria filiera e i benefici socio-ambientali generati in quanto unico operatore autorizzato alla gestione della raccolta dei vestiti usati. I numeri sono d'impatto. I circa 135 mila chili di vestiti donati a Limbiate hanno consentito di evitare: l'emissione di 486 mila chili di anidride carbonica (pari all'azione di 4.860 alberi); lo spreco di 810 milioni di litri di acqua, di 40,5 mila chili di pesticidi e di oltre 80 mila chili di fertilizzanti. Non è solo l'ambiente a beneficiarne. Grazie al servizio gratuito di HUMANA, i cittadini hanno risparmiato oltre 20,2 mila euro: gli abiti raccolti negli appositi contenitori con il logo di HUMANA non finiscono in discarica, ma rientrano nella raccolta differenziata del Comune migliorandone i risultati. Una volta donati a HUMANA, gli abiti si trasformano in risorse economiche a favore dei progetti di accesso al cibo, di tutela della salute, di aiuto all'infanzia e d'istruzione, realizzati da HUMANA nel Sud del mondo e in Italia. Proprio nell'ambito educativo e formativo si concentrano da sempre gli sforzi di HUMANA. Anche sul territorio di Limbiate, HUMANA si è attivata negli Istituti Comprensivi F.lli Cervi, L. da Vinci e di via Pace, con 16 incontri di sensibilizzazione e con la Campagna "Porta a scuola la solidarietà". Circa 380 studenti hanno portato a scuola oltre 800 chili di vestiti che non indossavano più, aiutando i bambini orfani, ospiti del Centro di Accoglienza di HUMANA a Maputo, in Mozambico. Con queste iniziative, i ragazzi hanno imparato perché un gesto semplice come quello di donare i propri abiti è così importante per aiutare persone in difficoltà e tutelare l'ambiente. L'energica partecipazione degli studenti e dei loro insegnanti è stata premiata dall'organizzazione con la consegna di due Lavagne Interattive Multimediali per lo svolgimento delle attività scolastiche. Lo scorso novembre, la nuova Giunta ha deciso di fare "un'azione di pulizia" per rimuovere i numerosi contenitori abusivi. Nel far ciò ha però fatto togliere, almeno momentaneamente, anche alcuni di quelli regolarmente posizionati da HUMANA. Dei precedenti 18 contenitori dell'organizzazione umanitaria, ne restano sul territorio 7. A oggi, quindi, il servizio è assicurato solo parzialmente con conseguente danno sociale e ambientale per i cittadini e per l'Amministrazione stessa. Nonostante il calo nel numero di contenitori, l'invito alla cittadinanza è di continuare a donare, con la stessa generosità dimostrata sin qui, i propri vestiti nei contenitori di HUMANA ancora presenti in via V. Veneto (Supermercato UNES), via Lipari 2, via Turati Sas (Calzature), via Trieste 97 (in prossimità del Despar) e via G. Garibaldi (parcheggio del Carrefour). Abbiamo chiesto ufficialmente un incontro con l'Amministrazione, con l'obiettivo di valutare e organizzare insieme il futuro di tale importante servizio, rispondendo sempre meglio alle esigenze dei cittadini di Limbiate.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento