Premiata l'arte. Riconoscimento agli studenti di Meda e Seveso per aver reinterpretato una porta d'interni

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MonzaToday

La porta è arte, è creatività e tendenza. Effebiquattro Milano, prima azienda produttrice di porte per interni, ha invitato due scuole del territorio a realizzare la propria interpretazione della porta.

Il Centro di Formazione Professionale "Giuseppe Terragni" di Meda ha messo in campo le classi quarte (sezione A e D) che, con il coordinamento di cinque docenti, hanno progettato la porta "IO", nome che richiama il tema su cui gli alluni hanno dato sfogo alla creatività. "Scegliere i progetti finali non è stato facile dato l'alto livello qualitativo delle personalizzazioni - spiegano i professori - nasce così una porta che esprime le idee di entrambe le classi". Un lato della porta è un lungo viaggio interiore alla ricerca di se stessi, dove le radici dell'ego si intrecciano con quelle altrui nella rappresentazione di due alberi ramificati contrapposti. L'altro lato ha come titolo "ecco chi sarai!" e, mediante la simbologia della messaggistica istantanea di whatsapp ormai penetrata nella quotidianità, lancia un messaggio positivo sul progetto che ognuno ha per il suo futuro, senza vincoli pregiudiziali. Se un lato esprime la progettazione del proprio io, l'altro vuole valorizzare l'affermazione di sè attraverso l'uso di post-it d'attaccare alla porta sui quali scrivere il proprio messaggio e dare voce alla propria interiorità. Un'interpretazione moderna e interattiva. Le superfici infine sono realizzate mediante la tradizionale doratura con foglia oro ed argento come fossero "fumetti" di una conversazione interiore.

I giovani studenti delle classi prime del Polo Formativo Legno Arredo di Seveso, scuola che nasce per valorizzare una tradizione già consolidata sul territorio e per formare professionalmente i futuri artigiani del legno, hanno rielaborato una porta inizialmente semplice. "È stata l'occasione per spiegare ai ragazzi le diverse fasi di lavorazione. Studiata la tecnica, l'hanno messa in pratica realizzando una porta copia di un modello del 700: l'hanno laccata, dorata e hanno così ridato vita a un oggetto dal fascino antico - spiegano i docenti - la porta è rinata con nuove geometrie e inserti decorativi a rappresentare ciò che quotidianamente un artigiano del settore legno arredo è chiamato a fare: dare nuove forme, carattere, personalità e stile ad una base. Siamo felicissimi di aver partecipato al progetto perché ha dato ottimi spunti di confronto e formazione tanto agli alunni quanto ai docenti". La porta finale si presenta di color panna, con sagome dorate a foglia e una patinatura a cera. I giovani creativi sono stati premiati per l'eccellente lavoro.

A sorpresa, in occasione del grande evento aziendale di lancio della rivista Toc toc organizzato recentemente, Effebiquattro ha riconosciuto a tutte le classi un premio in denaro. Le 'opere' degli studenti sono esposte nello showroom dell'azienda, a testimonianza della nascita di questo concetto rivoluzionario per cui la porta diventa Arte.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento