Design, Roberto Rovetta finalista del premio DAMprize 2014

Il designer monzese ha convinto la giuria grazie alla sua opera: la premiazione avverrà il 26 marzo

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MonzaToday

Il contest di Arte Contemporanea promosso dalla galleria DAMarte di Magenta e patrocinato dalla Provincia di Milano ha selezionato le 30 opere che si contenderanno il premio.

Il designer monzese ha convinto la giuria con l'opera KRIPTO : un tavolino da caffè dalla forma polimorfa di dimensioni: 100x50x50 cm, realizzato a mano con una particolare e complessa tecnica. La luce e la posizione dell'osservatore ne cambiano la percezione e ogni lato detiene un suo segno distintivo e caratteristico.

Sono 10 le opere per ogni categoria che saranno in mostra da sabato 1 marzo a venerdì 14 marzo 2014 alla galleria DAMarte di Magenta, in via Manzoni 48.

Nel corso dell'esposizione, le opere saranno sottoposte all'attenzione della Giuria, composta dal curatore del premio, Valerio Dehò (direttore artistico e docente presso l'Accademia di Belle Arti di Brera) e da Aron Demetz (scultore), Carlo D'Orta (fotografo), Pierluigi Meda (pittore), Giovanni Sesia (fotografo), che selezionerà le tre opere finaliste per ciascuna categoria artistica.

A conclusione dell'evento, il 26 marzo 2014 si terrà la premiazione delle opere finaliste presso il Foyer di Spazio Oberdan a Milano alla presenza dell'Assessore alla Cultura della Provincia, Dott. Novo Umberto Maerna, e della Giuria del DAMprize 2014.

L'esposizione delle nove opere finaliste rimarrà aperta al pubblico nello spazio del Foyer dal 27 marzo al 6 aprile 2014

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento