rotate-mobile
Lunedì, 8 Agosto 2022
Sociale

Donati dieci sanificatori alla croce rossa italiana

La cerimonia è stata organizzata da Cancro Primo Aiuto con la fondazione della comunità Monza e Brianza onlus

Cancro primo aiuto, con il supporto della fondazione della comunità di Monza e Brianza, ha donato 10 sanificatori ambientali alla croce rossa italiana  (Comitato della Provincia di Monza e Brianza) con una cerimonia celebrativa che si è svolta presso la sede dell’associazione. Durante la cerimonia di consegna, introdotta da Flavio Ferrari, amministratore delegato di Cpa, sono intervenute figure istituzionali illustri come Letizia Moratti, assessore al Welfare, e vicepresidente di Regione Lombardia, Alessandra Locatelli, assessore alla famiglia, solidarietà sociale, disabilità e pari opportunità di Regione Lombardia e Luca Santambrogio, presidente Provincia Monza e della Brianza, che ha aperto la cerimonia. A rappresentare la cri, invece, presenziava Dario Funaro, presidente per il comitato provinciale Monza e Brianza.

Donati 10 sanificatori ambientale

Il convegno, volto ad introdurre i 10 sanificatori quali strumenti all’avanguardia e maneggevoli, indispensabili per intervenire rapidamente e in piccoli spazi come quelli delle autoambulanze della Cri (hanno un tempo di posa velocissimo, dagli 8 ai 20 minuti, ha descritto Fulvio Sironi, Direttore Generale Silap srl), è stata una fondamentale occasione di confronto sulla salvaguardia di lavoratori e volontari, e soprattutto sulla necessità di incentivare, sul territorio, una rete virtuosa di associazioni, enti benefici ed enti pubblici, in nome del benessere del singolo cittadino e della comunità. Hanno poi concluso la cerimonia i ringraziamenti istituzionali di Alessandra Locatelli e Letizia Moratti, la quale, ricordando Walter Fontana, fondatore di Cancro Primo Aiuto, ha evidenziato quanto sia indispensabile cooperare nei momenti di incertezza, per avere punti di riferimento comune. Ha poi sottolineato quanto sia rilevante un’iniziativa come questa, in un momento in cui la pandemia è ancora sotto controllo ma non del tutto – motivo per cui bisogna implementare gli sforzi.

Il presidente di Cpa 

Parla Eugenio Cremascoli, presidente associazione Cancro primo aiuto onlus: "Questa donazione alla Croce Rossa Italiana ha quindi un doppio valore, sia simbolico – volto a premiare il lavoro dei suoi operatori e volontari - ma anche concreto. Il Covid, purtroppo, non è ancora debellato definitivamente e gli equipaggi stanno avendo difficoltà portare avanti con costanza, il loro operato a causa dell’alto numero dei contagi tra gli addetti. È perciò necessario incrementare la sicurezza dei loro ambienti di lavoro. Non possiamo che ringraziare Fondazione Comunità di Monza e Brianza e tutti i presenti, per il sostegno che ci avete dato in quest’occasione ed in tutte le nostre attività; più siamo uniti, più abbiamo speranze di generare valore”.

Il numero uno di Fondazione comunità Mb

Giuseppe Fontana, presidente della Fondazione della comunità di Monza e Brianza, ha dichiarato: “È un piacere per la Fondazione della comunità di Monza e Brianza avere l’opportunità di collaborare con una realtà di primo piano del nostro territorio come la onlus cancro Primo Aiuto: l’intesa di cui abbiamo dato notizia questa mattina si pone l’obiettivo di supportare le attività di un’altra storica e importante organizzazione, la Croce Rossa Italiana che, con i suoi comitati locali, da sempre lavora in prima linea per la tutela e la salvaguardia del prossimo. Da questo punto di vista, Fondazione della Comunità MB, croce rossa e cancro primo aiuto sono mosse da uno stesso spirito volontaristico e solidale”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Donati dieci sanificatori alla croce rossa italiana

MonzaToday è in caricamento