Salute

Asma Zero Week: consulti gratuiti per i pazienti asmatici

In Lombardia tre i centri di riferimento. Ecco come prenotare la consulenza con lo specialista

Foto d'archivio

Torna in Lombardia "Asma Zero Week": dal 7 all’11 giugno consulenze specialistiche gratuite per i pazienti asmatici, in alcuni centri specializzati della regione.

Le consulenze vanno prenotate al numero verde 800.62.89.89 (dal lunedì al venerdì, festivi esclusi, dalle 9 alle 13, e dalle 14 alle 18), oppure consultando il sito www.asmazeroweek.it. Le consulenze sono riservate alle persone che hanno già ricevuto la diagnosi di asma.  

I centri che in Lombardia aderiscono all’iniziativa sono il San Raffaele di Milano, l’Humanitas di Rozzano, e l’Asst Rhodense ospedale Salvini di Garbagnate Milanese.

La campagna, giunta quest’anno alla quinta edizione, è stata promossa da Federasma e Allergie Odv - Federazione Italiana Pazienti, con il patrocinio della Società Italiana di Allergologia, Asma ed Immunologia Clinica, e della Società Italiana di Pneumologia, in partnership con AstraZeneca.

In Lombardia sono circa 350mila le persone affette da questa patologia cronica delle vie aeree, in Italia i pazienti raggiungono quota 3milioni. 

L’iniziativa, oltre ad informare, ha anche l’obiettivo di sensibilizzare la popolazione sull’importanza della prevenzione, e sulla possibilità di ridurne l'impatto sulla vita quotidiana attraverso l’adozione di corrette strategie terapeutiche.

I sintomi principali che devono indurre la persona a rivolgersi allo specialista sono dispnea (cioè la cosiddetta "fame d'aria"), sensazione di costrizione toracica, tosse e broncospasmo.

Gli specialisti ricordano che il trattamento costante dell’asma e la prevenzione dei sintomi acuti non devono essere trascurati o messi in discussione dai pazienti anche in tempo di emergenza sanitaria: diversi studi indicano dati rassicuranti per chi, come gli asmatici, fa uso di corticosteroidi inalatori.

“La prevenzione e la cura dell’asma sono fondamentali per limitare le riacutizzazioni e gli accessi in Pronto soccorso, aspetti cruciali in questa fase pandemica – spiega la dottoressa Mona-Rita Yacoub, responsabile dell’Area Allergologica presso l’Unità di Immunologia, Reumatologia, Allergologia e Malattie Rare del San Raffaele di Milano - Buone notizie emergono inoltre da diversi studi rispetto alla suscettibilità degli asmatici all’infezione da Sars-CoV-2, che appare ridotta, a differenza di quanto si osserva per altre infezioni virali del tratto respiratorio. Questo deriva sia da alcune caratteristiche intrinseche del virus ma anche da una migliore aderenza alla terapia inalatoria con corticosteroidi da parte dei pazienti asmatici. Infatti, recenti studi mostrano che i pazienti con asma ben controllata sono a minor rischio di ospedalizzazione in caso di contagio".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Asma Zero Week: consulti gratuiti per i pazienti asmatici

MonzaToday è in caricamento