rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
MonzaToday

Sciopero generale giovedì 8 marzo: a rischio treni, autobus e metro

Previsto uno sciopero generale nazionale

Sciopero generale in arrivo. Per la giornata di giovedì 8 marzo le sigle sindacali Usi - Unione sindacale italiana - e Usb - Unione sindacale di base - hanno indetto una mobilitazione "contro ogni discriminazione di genere e ogni forma di violenza maschile sulle donne". A causa degli scioperi e delle proteste potrebbero verificarsi disagi per i cittadini.

I motivi dello sciopero generale

"Anche quest’anno l’Unione Sindacale di Base - si legge in una nota della sigla - ha risposto all’appello di 'Non Una Di Meno' con la proclamazione dello sciopero generale di 24 ore per l’8 marzo, perché la lotta contro ogni discriminazione di genere e ogni forma di violenza maschile sulle donne è parte sostanziale della lotta complessiva del nostro sindacato". "In tutte le città d'Italia - ha annunciato Usb - ci saranno azioni, picchetti, piazze tematiche, presidi durante la mattina e cortei pomeridiani" per "uno sciopero contro la violenza maschile sulle donne, contro la mancanza di finanziamenti e riconoscimento dei Centri Antiviolenza, contro la chiusura degli spazi delle donne, contro l'obiezione di coscienza nei servizi sanitari pubblici" e per chiedere e rivendicare "il diritto ad un welfare universale, al reddito di autodeterminazione, alla casa, al lavoro, alla parità salariale, all'educazione scolastica, a misure di sostegno per la fuoriuscita dalla violenza".

Sciopero generale: a rischio autobus, metro e treni

Lo sciopero generale proclamato da Usi e Usb potrebbe causare problemi e disagi soprattutto nel mondo dei trasporti. I lavoratori del comparto aereo potranno fermarsi per l'intera giornata, mentre i dipendenti del settore ferroviario - Trenord, Trenitalia e Italo - potranno incrociare le braccia dalla mezzanotte alle 21 dell'8 marzo. A Milano, infatti, i mezzi di Atm - autobus, tram e metropolitane - potrebbero fermarsi per qualche ora, anche se non sono state ancora rese note le modalità con le quali verrà messo in atto lo sciopero. 

Sciopero Trenord, Trenitalia e Italo

Per giovedì 8 marzo, Cub trasporti e Orsa Ferrovie - che aveva rimandato l'agitazione del 23 febbraio - hanno proclamato altre due proteste che coinvolgeranno i lavoratori del comparto ferroviario. "Macchinisti, capitreno e personale unità produttiva della società Trenord", ha spiegato Orsa, potranno fermarsi per 8 ore dalle 9 del mattino alle 17. Nella stessa finestra oraria, ma per decisione di Cub, rischio braccia incrociate anche per i dipendenti di Trenitalia e Ntv, l'azienda che gestisce i treni ad alta velocità di Italo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sciopero generale giovedì 8 marzo: a rischio treni, autobus e metro

MonzaToday è in caricamento