Le sfide dell’artigianato d’eccellenza, fra tradizione ed innovazione

DIMA art& design promuove l'artigianato d'eccellenza ed il design artistico presentando tre pezzi unici del proprio show-room: la credenza d'autore Rietveld, il tavolo PIGreco e il mobile ZigZag

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MonzaToday

Le sfide dell'artigianato d'eccellenza
fra tradizione ed innovazione

mercoledi 13 luglio 2016 ore 18.30

introduzione a cura dell'Arch. Stefano Bellinzona - Studio Associato Archificio
presentazione di tre pezzi unici
realizzati dal falegname ed architetto Marco Sangalli:

la credenza d'autore "Rietveld"
il tavolo "PiGreco"
il mobile "Zig Zag" quest'ultimo nato da una collaborazione diretta con DIMA art& design

aperitivo offerto da DIMA art& design

presso DIMA art& design
via Crocefisso 2/a-b Vimercate (MB)
tel 039 660768 info@dima-design.it
iscriviti ad Eventbrite
per partecipare all'evento


pensato per un pubblico di Architetti ma aperto a chiunque sia interessato all'argomento

in esposizione presso DIMA art& design
a partire dal 13 luglio 2016
da martedì a venerdì: 10.00 - 12.30 / 14.30 - 19.30
sabato: 9.30 - 12.30 /15.30 - 19.30

Ingresso libero

Una nuova iniziativa lanciata da DIMA art &design con l'intento di promuovere l'eccellenza e la qualità dell'artigianato artistico italiano, da sempre asse centrale della nostra filosofia aziendale. Lo facciamo presentando tre pezzi unici del nostro show-room, realizzati dal falegname ed architetto Marco Sangalli: la credenza d'autore "Rietveld" in faggio evaporato, il tavolo in legno massello di mogano " PIGreco" e infine il mobile laccato "Zig Zag", quest'ultimo nato da una collaborazione diretta con DIMA art& design.

Eleggendo il legno come materiale prediletto della sua ricerca, Sangalli è artefice di linguaggio creativo che resta nel tempo: ogni oggetto creato da lui è unico ed esclusivo, non solo perché porta con sé la storia ed il vissuto, cioè l'esperienza, che lo ha preceduto, ma anche perché è pronto ad accettare tutte le sfide di praticità lanciate dal design contemporaneo.

Torna su
MonzaToday è in caricamento