Sinistra e Ambiente di Meda: "Sulla Pedemontana operazione trasparenza"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MonzaToday

A maggio Sinistra e Ambiente di Meda ha inoltrato al Sindaco Caimi due interrogazioni su aspetti legati all'autostrada pedemontana.

Una di queste riguardava la progettualità locale (opere complementari e viabilità) e in essa si chiedevano informazioni e documentazione su una proposta fatta dall'Amministrazione medese per una modifica sui previsti accessi all'autostrada.

Avevamo anche chiesto copia di eventuale documentazione cartacea sulla proposta progettuale.

Abbiamo già trattato qui la nostra valutazione sulla risposta del Sindaco Caimi, giudicandola insoddisfacente, anche perchè in essa nulla si diceva sull'esistenza o meno di documentazione relativa alla richiesta di modifica avanzata da Meda.

Oltre all'interrogazione a mezzo del Consigliere Comunale di Sinistra e Ambiente, la trattazione dell'argomento "opere complementari locali" è stato da tempo sollecitato e definito come OdG nella Commissione Territorio e Ambiente sempre dal nostro Consigliere Comunale che riveste anche il ruolo di Presidente di detta commissione.

La richiesta al Sindaco Caimi e all'Assessore Buraschi di una loro disponibilità a relazionare alla Commissione attende ancora, ad un mese di distanza, una risposta.

Ma, a quanto pare, della documentazione esiste (e non era allegata alla risposta data dal Sindaco Caimi all'interrogazione di Sinistra e Ambiente) e ve la proponiamo,unitamente ad alcune riflessioni, dopo essere stata protocollata e inviata a tutti i Consiglieri Comunali.

La puoi vedere qui: varprogSvincoloMeda04-014blog

Dalle mappe di APL, qualcosa si comprende sulla natura della proposta medese.

Ora, non sappiamo se la variante sia o meno stata accettata o se sia ancora in fase valutativa da APL (Autostrada Pedemontana Lombarda).

Sempre premettendo il nostro giudizio sull'inutilità della pedemontana, ci permettiamo però di far notare che la prescrizione del CIPE n°2 recita testualmente:

E la rotonda medese, aggiuntiva rispetto al progetto originario, così come collocata, pare si trovi proprio all'interno del perimetro del Parco del Bosco delle Querce che comprende anche le aree degli svincoli sul lato ovest (vedi sotto mappa UFFICIALE dei confini).

L'area dove è prevista la rotonda evidenziata è inoltre situata nella ex zona A dell'incidente ICMESA, una zona dove, le analisi ambientali del 2008 avevano rilevato superamenti dei livelli di soglia stabiliti per la diossina (TCDD) e dove si attende venga realizzata (come da normative) la caratterizzazione del livello di contaminazione da TCDD ai sensi del DL 152, della prescrizione CIPE n°3 e della mozione regionale 72. Diciamo "si attende" perchè sinora nulla è stato fatto dagli enti preposti.

Insomma quando si tratta di Pedemontana, tratta B2 e interferenza con le ex zone A,B,R, serve un buon livello di conoscenza, assoluta trasparenza, infinita cautela e molta attenzione e ogni ipotesi progettuale dovrebbe essere calibrata in funzione dei risultati della caratterizzazione e non viceversa. Seguiremo attentamente la vicenda, auspicando che chi di dovere si renda disponibile per parlarne quanto prima in Commissione Territorio e Ambiente.

Sinistra e Ambiente Meda e il suo Consigliere Comunale

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento