menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Blue Monday, soluzioni intelligenti per il "giorno più triste dell'anno"

Il terzo lunedì del mese si "celebra" il giorno più triste dell'anno, tra dubbi e formule matematiche. Ecco come affontarlo

Il terzo lunedì del mese, che quest'anno cade il 18 gennaio, è il cosiddetto "Blue Monday". Un giorno che, secondo una particolare equazione, sarebbe il più triste dell'anno.

Non si tratta di una trovata commerciale, sebbene poi sia stata più volte utilizzato per campagne pubblicitarie, ma di un concetto di pseudoscienza che gli esperti ritengono privo di fondamenta. A coniare il termine fu infatti il canale britannico Sky Travel, mentre l'attribuzione della data viene fatta risalire allo psicologo dell'Università di Cardiff Cliff Arnall.

Cosa c'è dietro il concetto di Blue Monday

Quella utilizzata da Cliff Arnall è una vera e propria formula matematica. Una formula per suo dire coniata a favore delle agenzie di viaggio e dei tour operator, poiché gli utenti sembrano più propensi ad acquistare viaggi quando il loro umore non è dei migliori.

Per l'equazione, lo psicologo prese in considerazione le condizioni meteo, il tempo passato dal Natale, il fallimento dei propositi fissati con l'inizio del nuovo anno, la capacità di fronteggiare i debiti accumulati, i bassi livelli di motivazione, la necessità di agire. 

Ma, le critiche a tale formula, non sono mai mancate.

Come fronteggiare il Blue Monday

Che sia o meno il giorno più triste dell'anno, vale la pena provare ad essere un po' più felici. Oggi, ma anche domani, dopodomani e sempre.

Come fare? Ecco qualche consiglio:

  1. Fare un po' di attività fisica all'aperto, che non solo fa bene al corpo ma impatta (positivamente) sul buonumore
  2. Ballare sulle note della propria musica preferita: danzare e ascoltare canzoni allontana lo stress e i brutti pensieri
  3. Mangiare snack che stimolano il buonumore e sono energizzanti: mandorle, cioccolato fondente, pesce azzurro
  4. Abbracciare i propri familiari (quelli con cui si vive, considerate le limitazioni del Covid): gli abbracci rilasciano serotonina, che riduce lo stress ed è un toccasana per la salute del cuore
  5. Approfittarne per fare decluttering, e dunque per riordinare armadi e cassetti gettando ciò che non serve più: pare che aiuti ad eliminare la negatività

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Cinque cose insolite da vedere in Brianza

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MonzaToday è in caricamento