rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
social

Foliage, i migliori percorsi a Monza e dintorni

Da Monza alla Brianza, ecco dove ammirare i colori dell'autunno per una passeggiata piena di magia

Una tavolozza di colori, una gamma cromatica con le sfumature del sottobosco: dal giallo al rosso, passando per i marroni e gli ocra, l’autunno sa regalare emozioni agli occhi e al cuore. Il merito è del foliage, da ammirare durante una passeggiata. O, magari, mentre si raccolgono le castagne. Dove ammirare il foliage a Monza e dintorni? Scopriamolo insieme.

Giardini della Villa Reale, Monza

Un immenso giardino all’inglese, il primo progettato dal Piermarini in Italia nel lontano 1778. Grotte, scrosci d’acqua, scoiattoli e tantissimi alberi sono lo scenario ideale per un foliage unico. Camminando sul tappeto di foglie rosse e arancioni, ci si imbatte in angoli magici: dal tempio dorico vicino al laghetto fino ruscello che sfocia in una cascatella, l'ambientazione è davvero da favola.

Durante l'autunno, il parco è aperto tutti i giorni dalle 7.00 alle 18.30 durante l’inverno.

Bosco delle Querce, Seveso

Il parco naturale del Bosco delle Querce sorge sulla ex zona A del disastro di Seveso. Il terreno inquinato dalla dossina è stato eliminato e sostituito con un terreno nuovo e pulito che, in questo periodo dell'anno, si veste di foglie. Tra le diverse specie di alberi ci sono la farnia, l'acero campestre e il carpino bianco. Presenti anche il frassino maggiore, l'olmo campestre e la quercia rossa americana.

Il parco ha due aperture giornaliere. Al mattino dalle 7 alle 12.30 e il giovedì pomeriggio dalle 15.30 alle 19.30 si entra da via Ada Negri, mentre nei fine settimana e durante le festività l’accesso si fa dall’ingresso di viale Redipuglia dalle 7 alle 17 e da quello di via Senofonte dalle 9 alle 17.

Parco della Brughiera Briantea, Meda e Camnago

Esteso tra Meda e Como, il Parco della Brughiera Briantea è ricco di querce, castagni e pini silvestri. Qui ci sono cave abbandonate oggi casa di laghetti, una fornace (la Fornice Fusari di Mariano Comense) che consente di vedere come si lavora l'argilla, e un sistema di sentieri da percorrere a piedi, in bici e a cavallo. Tre gli ingressi principali? Via Colombera a Meda, via Varese a Meda, viale Brianza a Camnago.

Parco Gubrìa

Il Parco Gubrìa nasce dall'unione tra il Parco Grugnotorto Villoresi e il Parco della Brianza Centrale. Il primo vede alternarsi campi coltivati a cascine ancora attive, ma c'è anche un laghetto nato dal ripristino di una cava di sabbia e ghiaia. Il secondo si sviluppa attorno alla città di Seregno, ed è ricco di terreni agricoli e di boschetti. Tanti i percorsi ciclopedonali, per ammirare un foliage davvero ricco.

Parco delle Groane

Le Groane sono una zona davvero ampia, creata su un vasto altopiano il cui suolo era formato da sabbia e ghiaia. Ricco di piste ciclabili e pedonali, il Parco delle Groane permette di ammirare uno dei più spettacolari foliage della zona e di vedere numerose ville storiche. Non solo: è anche il luogo ideale per chi ama il birdwatching grazie all'Oasi LIPU.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Foliage, i migliori percorsi a Monza e dintorni

MonzaToday è in caricamento