rotate-mobile
social

Sul lago di Varese, alla scoperta di un'isola che pare uscita da una fiaba

L'isolino Virginia ospita il più antico insediamento palafitticolo dell’Arco Alpino

Sul lago di Varese, l'Isolino Virgina pare uscito da una fiaba.

Conosciuto nell’XVI secolo con il nome di S. Biagio, per via della chiesa che ospitava, fu acquistato nel 1822 dal Duca Pompeo Litta, che lo dedicò alla moglie Camilla. Litta piantò pini, pioppi, frassini e abeti, dando vita ad una piccola oasi di bellezza. Successivamente la proprietà passò ad Andrea Ponti, che lo intitolò alla moglie Virginia.

La vera scoperta, tuttavia, la si deve all'abate Antonio Stoppani: fu lui a scoprire un insediamento preistorico del 3500 a.C. Da quel momento, l'isolino Virginia è considerato uno dei più importanti siti del Neolitico. Le ricerche, per la verità, sono in continua evoluzione da quando fu rinvenuto il più antico insediamento palafitticolo dell’Arco Alpino. Qui infatti, la civiltà umana diede vita qui a insediamenti palafitticoli. Le palificate, che si trovano appena sotto il pelo dell’acqua, sono identificate dalle boe arancioni poste di recente.

Nonostante le sue ridotte dimensioni (misura circa 9200 metri quadrati), l'isolotto è oggi annoverato tra i siti Patrimonio Mondiale dell’UNESCO. Venire qui significa passeggiare nella sua vegetazione, ma anche visitare l'interessante Museo Ponti, dove è stata ricreata una abitazione neolitica.

Per arrivare all'isolino Virginia è possibile usufruire del traghetto che parte dal pontile di Biandronno (a 1 ora da Monza). Tuttavia, attualmente, al sito non si può accedere liberamente per via di un cambiamento (ancora in corso) nella gestione del servizio. Per questo motivo, per esplorare l'isolino è necessario approfittare delle iniziative  di Archeologistics, impresa sociale impegnata alla valorizzazione dei beni culturali. Sabato 10 giugno, alle 10.00 e alle 14.00, l'associazione ha organizzato due appuntamenti pensati per le famiglie con i bambini. Partendo dall'imbarcadero di Biandronno, al costo di 7 euro, si potrà effettuare una visita guidata dell'isolino con la sua storia e la sua natura.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sul lago di Varese, alla scoperta di un'isola che pare uscita da una fiaba

MonzaToday è in caricamento