menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Designed by Freepik

Designed by Freepik

I pediatri suggeriscono: ecco come far giocare i bimbi in casa

Intrattenere i bimbi in casa non è facile, ma ora in aiuto dei genitori arrivano i pediatri. Ecco i loro consigli

Non è certo facile tenere in casa i bambini, che sia per il maltempo o per le restrizioni imposte dal Covid-19. Lontani dalla scuola, dallo sport e dai loro amici, i piccoli possono annoiarsi, diventare irritabili, e rischiano di passare troppo tempo di fronte alla tv o al tablet.

In aiuto dei genitori, però, arrivano ora i pediatri della SIPPS (Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale) che, insieme a psicomotriciste e logopediste, hanno fornito utili consigli per chi ha bimbi sotto i 6 anni d'età.

Chiedere il loro aiuto. Che si carichi la lavatrice o si lavino i piatti, poco importa: chiedere ad un bimbo di stare vicino al genitore e di imitarlo favorisce la motricità fine e generale e la relazione interpersonale. Un ottimo sistema di apprendimento cognitivo ed emotivo.

Giocare a vestirsi. Quando si va all'asilo o dai nonni, in genere è tutta una lotta contro il tempo. E, per fare prima, siamo noi a vestire i nostri bimbi. Perché non approfittare di questi giorni per far scegliere loro i vestiti, e stimolarli a metterli da soli?

Condividere le attività in cucina. Spremere un'arancia, impastare la pasta frolla per i biscotti, preparare una polpetta, schiacchiare una banana: i più piccoli possono svolgere tutte queste attività. E saranno super soddisfatti nel mangiare qualcosa di preparato da loro stessi!

Raggruppare oggetti, infilare e usare le mollette. Apprendere i primi concetti matematici come l'addizione e la sottrazione diventa semplice se si utilizzano oggetti d'uso comune come le mollette. O se si svolgono semplici attività come infilare i maccheroncini di pasta per realizzare collane e braccialetti, o fare mucchetti d'oggetti uguali. 

Fare nodi, nastri e fiocchi. Disegnare una scarpa di cartone con dei buchi e insegnare ai bimbi ad allacciare le stringhe con un bel nastro colorato può essere un divertente (ed educativo) passatempo.

Palla, palline di carta, corda. Tra fratelli, o tra genitore e figlio, giocare con la palla o con la corda stimola il movimento armonico, la socializzazione, la consapevolezza dell'ambiente circostante. E, se bisogna fare poco rumore, si può realizzare una pallina di carta e scotch.

Leggere le storie, ma in chiave nuova. Se un bambino chiede che gli venga letta una storia, non solo va accontentato: è necessario anche leggergliela senza fretta, dando ai personaggi sfumature diverse, per rendere l'atmosfera ancora più magica.

Giocare con le scatole di cartone. Casette, automobili, aeroplani, spade, elmi: con le scatole di cartone si possono realizzare tantissime cose! Bastano un paio di forbici, una colla e dei colori e... il gioco è fatto!

Ballare. Il movimento e la danza insieme a mamma e papà stimolano i bimbi a muoversi in modo armonioso.

Cantare. Da soli oppure con mamma e papà, imparare nuove canzoncine, scoprire le rime e canticchiare aumenta la proprietà di linguaggio e l'emissione di suoni corretti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Besana Brianza, in coda per il vaccino c'è Maurizio Vandelli

Attualità

Il supermercato alle porte della Brianza dove 'si fa la spesa gratis'

Coronavirus

Per la Lombardia sarà l'ultima settimana in zona arancione?

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Come funziona la truffa del pacco (e come difendersi)

  • Economia

    Validità e regole per il bonus vacanze 2021

Torna su

Canali

MonzaToday è in caricamento