rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
social

Andare a cena in un (nuovo) ristorante stellato a due passi da Monza

Tre ristoranti stellati per una cena esclusiva, e per un'esperienza indimenticabile, a meno di un'ora d'auto da Monza

Vuoi festeggiare un'occasione speciale, o semplicemente provare cosa significhi cenare in un ristorante stellato? Spostandoti un poco da Monza, puoi provare l'esperienza in tre ristoranti che, con l'ultima edizione della guida, si sono guadagnati la prima (o la seconda) stella.

Felix Lo Basso home & restaurant*, Milano

Felix Lo Basso home & restaurant è la "casa" di Felice Lo Basso, chef di Molfetta insignito della stella Michelin per la prima volta nel 2011. Cresciuto nei migliori ristoranti d'Italia (e non solo) propone una cucina nata al mare ma cresciuta in montagna, il cui trait d’union è la ricerca dei prodotti di qualità, e la voglia di sperimentare forme e colori mixando i gusti. Felix Lo Basso home & restauran è una casa: si accede passando dal salotto per arrivare alla cucina. I 10 posti sono al bancone, tutt'attorno l'area di lavoro dello chef, ma c'è anche una sala privata capace d'accogliere fino a 10 commensali. Il menù degustazione in 12 "atti" cambia ogni giorno, secondo l’ispirazione dello Chef (il prezzo è di 170 euro a persona). Aperto da lunedì a sabato a cena, con ingresso unico alle 20.00, non è adatto ai bambini sottto i 10 anni. Il tempo minimo dell'esperienza è di due ore.

Osteria degli Assonica**, Sorisole (BG)

A meno di un'ora d'auto da Monza, l'Osteria degli Assonica si è aggiudicata la seconda stella Michelin. In cucina ci sono due fratelli: Alex Manzoni, classe 1991, ha una visione della cucina in cui spezie e prodotti del territorio in un connubio equilibrato tra acido e amaro; Vittorio, grande esperto di carni, sa esaltarne i sapori attraverso la cottura alla brace e l'inseguirsi di consistenze che ricordano i tempi lontani. I menù sono molto più budget friendly rispetto a quelli di molti altri ristoranti stellati: il percorso "vegetale" in cinque passaggi costa 70 euro, il percorso "i successi" in sei passaggi ne costa 80, il percorso "vit.ale" in otto passaggi 100 euro. Quali sono i loro successi? Trippa di baccalà, porri, ‘nduja e pinoli; Anguilla, fichi acerbi e gelato al curry; Linguina, bagna caoda, ostriche e ginepro; Animella, cachi, senape e chartreuse; Capriolo, fegati di seppia, funghi e ribes; Pane e cioccolat.

Bianca sul Lago by Emanuele Petrosino*, Oggiono (LC)

Parte del relais Bianca, Bianca sul Lago è il regno di Emanuele Petrosino. Qui, all'interno di una meravigliosa sala panoramica, va in scena la cucina emozionante e caleidoscopica dello chef, che attraversa l’Italia per restituire una versione autentica e personale degli incredibili sapori e colori del nostro Paese. Miglior Giovane Chef Italiano del 2019 secondo la Guida Michelin, Emanuele Petrosino è nato nel 1986 e ha lavorato in alcune delle più importanti cucine italiane e francesi. A disposizione degli ospiti, anche lo Chef's Table con venti posti a sedere affacciati sulla cucina. Il menù ItaliaLand costa 110 euro a persona, Nel Blu col miglior pescato del giorno ne costa 130, Chef, Pensaci Tu... 150.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Andare a cena in un (nuovo) ristorante stellato a due passi da Monza

MonzaToday è in caricamento