Domenica, 17 Ottobre 2021
Sport

Acqua Paradiso Monza - Macerata 1-3: finisce il sogno scudetto per la Gabeca

A Macerata, gli uomini di coach Zanini vengono sconfitti dai più quotati avversari al termine di un match combattuto punto a punto. Monza perde la sfida per l'accesso alle semifinali scudetto con il risultato di 1-3. Ora gli arancioblu torneranno in campo domenica al Palaiper contro Piacenza.

 

Finisce il sogno scudetto per l'Acqua Paradiso Monza e Brianza. Al PalaFonteScodella, Macerata supera la Gabeca con il risultato di 3-1. 
 
Partita molto più equilibrata di quanto possa dire il risultato, con la squadra di Monza che ha giocato una grandissima pallavolo e ha combattuto ad armi pari contro la seconda classificata della regular season. Un match che ha creato anche numerose polemiche, soprattutto per alcune decisioni arbitrali dubbie che hanno sicuramente sfavorito gli arancioblu. Ma passiamo all'analisi del match.
 
Le due squadre scendono in campo così schierate: per l’Acqua Paradiso Monza Brianza il sestetto iniziale è composto da Conte, Buti, Rooney, De Cecco, Gavotto, Shumov e Rossini (L); quello della Lube Banca Marche Macerata da Savani, Parodi, Stankovic, Travica, Omrcen, Podrascanin e Exiga (L).
 
Nel primo set Marcerata mostra un ottimo gioco, e Monza non riesce a tenere il ritmo dei più quotati avversari. Il primo parziale finisce con il risultato di 25-18 per i padroni di casa.
 
La seconda frazione è molto più combattuta della precedente: le due squadre vanno avanti punto a punto, ma sul 23-23 Gavotto al servizio manda la palla sulla linea. Tutti hanno visto il pallone in campo, tranne l'arbitro che decreta out la battuta.  Con l'ace di Travica si conclude il secondo set sul 25-23.
 
Il terzo parziale inizia subito con l'espulsione di Nikic per proteste durante il cambio di campo, e Monza appare subito nervosa in campo. Ma poi gli arancioblu si svegliano, e con due ottimi muri di Simone Buti si portano a casa il terzo set con il risultato di 25-19.
 
Anche il quarto set si apre con una dubbia decisione arbitrale quando, sul 6 a 5 per Monza, l'arbitro decide di ammonire De Cecco. Il match rimane comunque combattutissimo, ma sono i padroni di casa a spuntarla e si aggiudicano quindi il set con il parziale di 25-23.
 
Monza torna a casa con l'amaro in bocca quindi, conscia comunque di aver combattuto alla pari con i più quotati avversari. La squadra gialloblù si è comunque qualificata per il girone delle seconde e scenderà in campo domenica al Palaiper. In ballo c'è l'accesso alla prossima Challenge Cup, sempre che la società, il prossimo anno, esisterà ancora.
 
 
LUBE BANCA MARCHE MACERATA - ACQUA PARADISO MONZA BRIANZA 3-1 (25-18, 25-23, 19-25, 25-23)
Durata set: 25', 28', 27', 36'; tot: 116'.
ARBITRI: Gnani, Satanassi
 
LUBE BANCA MARCHE MACERATA: Lampariello, Pajenk, Savani 21, Exiga (L), Parodi, Stankovic 9, Kovar 8, Monopoli, Van Walle, Travica 5, Omrcen 21, Podrascanin 7. All. Giuliani.
 
ACQUA PARADISO MONZA BRIANZA: Rossini (L), Zhukouski, Mckniff, Conte 9, Nikic 5, Molteni, Buti 11, Rooney 9, De Cecco 4, Gavotto 20, Shumov 5. Non entrati Ciabattini, Roumeliotis. All. Zanini.. NOTE - Spettatori 2300, incasso 10000,
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Acqua Paradiso Monza - Macerata 1-3: finisce il sogno scudetto per la Gabeca

MonzaToday è in caricamento