rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Calcio

Serie C Girone A. Il Seregno cade contro la capolista Sudtirol

I padroni di casa hanno espresso un buon calcio per 60 minuti prima di cedere agli avversari

Ferruccio ancora una volta tabù in questa stagione per il Seregno, che però, al cospetto della capolista Sudtirol, la formazione migliore tra quelle incontrate fin qui dagli azzurri, ha offerto una prestazione importante, facendo sognare i propri tifosi per almeno un’ora.

Alla lunga, poi, a pesare sono state la qualità degli altoatesini, che nella ripresa, soprattutto con l’ingresso di Casiraghi, hanno aumentato i giri del motore, alla caccia dei tre punti, ed un po’ di stanchezza, complici anche gli infortuni e le squalifiche che hanno privato mister Mariani di pedine importanti nella sua rosa e, di conseguenza, lo hanno obbligato a fare di necessità virtù, con una panchina meno profonda del solito.

I primi a rompere il ghiaccio sono stati gli ospiti, che al 26’ hanno sbloccato il risultato con Rover, bravo nel finalizzare a porta sguarnita un suggerimento di Fischnaller, partito in posizione quantomeno sospetta di fuorigioco. La reazione brianzola è stata immediata ed ha prodotto al 35’ il pareggio di Galeotafiore, a bersaglio da un passo, in conclusione di una mischia innescata da una punizione di St Clair dalla trequarti.

Nella seconda frazione, i bolzanini sono tornati avanti al 26’ con Odogwu, che è svettato su un corner di Casiraghi e di testa ha battuto Fumagalli. Nel finale, il Seregno si è generosamente lanciato in un forcing alla ricerca della parità, prestando il fianco ai contropiedi avversari, su uno dei quali Galeotafiore ha rimediato il secondo cartellino giallo della sua gara ed è stato espulso. La compagine allenata da Mariani tornerà ora in campo sabato 20 novembre, affrontando in trasferta alle 14,30 la Pro Patria.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Serie C Girone A. Il Seregno cade contro la capolista Sudtirol

MonzaToday è in caricamento