Monza-Pro Patria 2-2 | Ma è crisi nera, i giocatori se ne vanno

Insostenibile la situazione finanziaria. Viotti: "Sei mesi devastanti, vado a giocare in B". Pea: "Come si fa a trattare così gli uomini?"

Gianni Califano in conferenza stampa (da video di Stefano Peduzzi)

Il risultato in campo è stato 2-2, con un Monza costretto in 10 per poco più di metà gara quando era in vantaggio. La pratica Pro Patria si è esaurita così, per l'ultima giornata del girone di andata del campionato. In classifica la formazione biancorossa è settima con 31 punti insieme al Feralpi Salò, in attesa dell'incontro con il forte Novara.

Ma gli occhi e le orecchie non sono puntate sul campo. Bensì sulle note vicissitudini societarie. Il nuovo presidente David Bingham sembra scomparso dalla circolazione. Calciatori e dirigenza attendono notizie che continuano a non arrivare. I giocatori se ne vanno: Sergio Piotti (il cui cartellino è di proprietà del Chievo) ha salutato tutti in conferenza stampa post-partita confermando l'ingaggio per la Pro Vercelli (che però non ha nominato): "Ho rifiutato cinque offerte da squadre di Lega Pro, ma quando è arrivata quella di una società di serie B non ho potuto dire di no", ha affermato al microfono: "Me ne vado a malincuore ma a testa alta". E poi ha commentato che sono stati "sei mesi devastanti".

Hotel e ristoranti a Monzello e dintorni non fanno più credito ai calciatori e alla società: considerando che gli stipendi seguitano a non arrivare, questo significa distruggere l'attività quotidiana e anche l'equilibrio economico familiare di professionisti che non prendono certo i compensi dei "big" della serie A. Ma che, però, in gran parte sarebbero ottimamente accolti in altre squadre. I calciatori del Monza hanno quindi deciso di chiedere i nulla osta necessari per allenarsi altrove e Gianni Califano, il direttore sportivo, ha dato la sua disponibilità a firmare i nulla osta.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel frattempo potrebbe anche arrivare la richiesta di messa in mora della società, primo passo per un'operazione fallimentare. E anche i giovani della formazione Berretti "scalpitano" e chiedono di andare ad allenarsi altrove. Fulvio Pea, il tecnico, non ha parlato della partita ma ha commentato: "I giocatori hanno fatto fino in fondo il loro dovere, ma adesso ci salutano perché gli uomini non possono essere trattati così".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ecco i 10 comuni brianzoli con più contagi

  • Con il prof. Riva lezioni in lingua: in classe si parla solo in latino

  • Atti osceni con una ragazza nuda in un giardinetto a Monza, multa da 10mila euro

  • Dove fare il vaccino anti-influenzale a Monza e in Lombardia: tutte le informazioni

  • Coprifuoco, centri commerciali chiusi nel weekend e didattica a distanza: le nuove misure anticovid in Lombardia

  • Covid, si rischia un nuovo lockdown? "Non ci sono più strumenti per contenere i contagi"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento