Fipav Monza Brianza: l’appello del presidente Sala alle istituzioni

In occasione dell’annuale Riunione Plenaria FIPAV Monza Brianza, Massimo Sala si rivolge alle amministrazioni locali perché non facciano mancare Il loro supporto ad associazioni e volontari dello sport

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MonzaToday

"Non lasciateci soli". È questo, in estrema sintesi, l'appello lanciato dal Presidente FIPAV Monza Brianza Massimo Sala alle Amministrazioni Comunali in occasione dell'annuale Riunione Plenaria, l'incontro che all'inizio di ogni stagione raduna le società pallavolistiche brianzole, che si è tenuta lo scorso weekend ad Agrate Brianza.

Un momento importante per la vita del volley del territorio, in cui Sala ha voluto trovare spazio per parlare alle Istituzioni, troppo spesso lontane dai bisogni del mondo dello sport non professionista.

"La forza e il valore dello sport come potenziale strumento di aggregazione e di coesione sociale, come occasione per porre in contatto e dialogo diversità culturali, religiose e ideologiche, è sempre più affermato e riconosciuto" esordisce Sala, sottolineando l'importante ruolo di collante sociale che lo sport, con il proprio linguaggio universale, è in grado di ricoprire.

Un ruolo fondamentale in realtà sempre più multietniche, che le istituzioni non devono e non possono trascurare.

Questo importante valore aggiunto non deve essere sottovalutato: non c'è crisi che possa giustificare una politica sorda ai bisogni delle associazioni sportive.

"Ben comprendendo le esigenze economiche e le difficoltà che ogni Comune deve quotidianamente affrontare per far fronte ai continui tagli imposti dallo Stato - prosegue il Presidente - non posso comunque accettare che il volontariato ed il contributo sociale messi in campo con l'attività sportiva non professionistica vengano depauperati da politiche poco lungimiranti, che mirano solamente a fare cassa nell'immediato perdendo di vista il vero obiettivo".

Il rischio, insomma, è che questo tipo di politica non solo contrasti, ma possa addirittura vanificare gli sforzi e il tanto lavoro di volontari e associazioni, attivi ogni giorno sul campo per portare il proprio un contributo in ambito sportivo, ma non solo.

Un monito importante, che Massimo Sala rivolge alle amministrazioni nella speranza che il loro contributo, economico e non, alle associazioni non venga meno, seppur in tempi non facili.

Anche perché, conclude il Presidente FIPAV nel suo vibrante discorso: "La storia recente ci insegna che questa politica è sbagliata e non produce risultati".

I più letti
Torna su
MonzaToday è in caricamento