Sport

"Stop al razzismo" sulle maglie del Monza

Niente sponsor ma - dal 4 settembre - uno slogan forte. "Il razzismo in Italia è radicato", spiega il neopresidente Armstrong

L'A.C. Monza Brianza non ha sponsor (a meno di cambi in corsa), ma da mercoledì 4 settembre avrà comunque una scritta sulla casacca. Non una scritta qualunque ma un messaggio importante: "Stop Racism", ovvero stop al razzismo. Lo ha deciso il neopresidente, l'anglo-brasiliano Anthony Armstrong.

"Mi sono accorto che questo fenomeno è molto presente, sia nel calcio sia in politica come insegnano gli attacchi al ministro Cécile Kyenge", ha affermato Armstrong per motivare la scelta. Di qui la scelta di rinunciare a un contratto di sponsorizzazione per lanciare un messaggio forte: "Mi auguro - ha aggiunto il presidente - che porti frutto tra i nostri tifosi, per altre iniziative su questo tema".

Prima "uscita ufficiale" per la maglia con la scritta antirazzista è mercoledì 4 settembre, quando verrà giocata una partita di calcio benefico in attesa del gran premio d'Italia. L'appuntamento è al Brianteo alle otto e quarantacinque di sera, con la selezione di piloti contro "Sky sport team". Per la cronaca, vedremo in campo Massa, Fisichella, Pedro De la Rosa, Bianchi, Capelli e anche Max Biaggi. E qualche ex calciatore nel team di Sky: Beppe Bergomi, Massimo Mauro e Luca Marchegiani.

Il ricavato sarà devoluto a due progetti: la costruzione di un centro per la cura della leucemia a Monza e una speciale stazione radiofonica (Radio Dynamo) che intende trasmettere allegria ai bambini pazienti ospedalieri con musica e intrattenimento. I biglietti costano 5 euro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Stop al razzismo" sulle maglie del Monza

MonzaToday è in caricamento