Il Monza cede il passo al Milan ma la prestazione fa ben sperare

I biancorossi nel primo tempo hanno controllato bene in zona difensiva, mentre nella prima parte della ripresa Vita ha messo paura ai rossoneri, in gol con Niang (rigore) ed il giovane Mastalli

Monza-Milan al Brianteo / Foto Bonacina

Perde ma convince ed esce tra i fragorosi applausi del “Brianteo” il nuovo Monza targato Fulvio Pea, che tiene testa per 69’ al Milan, arrivato in terra brianzola con intenti più bellicosi di quanto si è abituati a vedere in amichevole.

La gioventù biancorossa non ha sfigurato dinnanzi ai rossoneri, privi dei titolari ma scesi comunque in campo con campioni affamati in cerca di riscatto come El Shaarawy e Pazzini.

Tra i padroni di casa le certezze si chiamano ancora una volta Alessio Vita, a cui i tifosi monzesi hanno a più riprese chiesto di rimanere nonostante le voci di mercato che lo vedono pronto al grande salto nel calcio che conta, Marco Anghileri e Walter Zullo.

Buono anche l’impatto di Viotti, decisivo con qualche parata, Del Poggetto e Burrai, che ha illuminato con qualche giocata dopo esser subentrato nella ripresa.

LA PARTITA – Il copione del primo tempo è quello che era facile prevedere: Milan in avanti nel tentativo di abbozzare una manovra per trovare qualche combinazione e Monza arroccato dietro il solido 4-4-2 voluto da mister Pea per non concedere sbocchi sulle fasce.

Niang sulla destra punta spesso e volentieri capitan Anghileri, bravissimo nel concedergli il minor numero di giocate possibili anche grazie ai raddoppi dei compagni, mentre sulla sinistra anche El Shaarawy ha i suoi bei grattacapi nel duello con Franchino e cerca spesso di accentrarsi per rifinire la giocata in favore di Pazzini, ben controllato da Zullo e Massoni.

A centrocampo le cose non migliorano, perché Perini e Dal Poggetto chiudono i varchi alle incursioni di Saponara e Poli, mentre anche Cristante fatica a trovare le geometrie giuste per innescare trame pericolose in fase offensiva. Davanti Vita è il solito mix di velocità e tecnica, mentre accanto a lui Anastasi non sfigura per niente nel duello con Bonera e Alex.

Le azioni del primo tempo sono riassunte nell’incursione di Poli con la conclusione disinnescata da Viotti e nella mezza rovesciata di Niang che fa la barba al palo sinistro. Per il Monza l’illusione del gol quanto una punizione di Perini esce non di molto alla destra di Abbiati, applauditissimo dal suo ex pubblico (giocò in biancorosso nel biennio 1996-98).

Nella ripresa la girandola di cambi favorisce i padroni di casa, che nei primi 10’ trovano dei buoni varchi in contropiede e per ben due volte riescono a mettere paura ai rossoneri con le incursioni di Vita, vicino al gol in tre occasioni ma impreciso in fase di conclusione. A questo punto sono i giovani del Milan a cambiare la partita, soprattutto Mastalli: il centrocampista prima si guadagna il penalty che permette a Niang di sbloccare il match (69’), poi riceve il pallone dallo scatenato Mastour e a tu per tu con Viotti non perdona e chiude la partita.

L’ultimo quarto d’ora è ad appannaggio del possesso palla accademico degli ospiti, che trovano in Benedicic un regista in grado di offrire qualità, quantità e forza fisica. A fine partita fragorosi applausi per tutti i giocatori del Monza, la cui prestazione ha fatto ben sperare in vista di una stagione che li vedrà impegnati in una rincorsa molto dura per un posizionamento nei playoff di Prima Divisione.

MONZA: Viotti, Franchino (dal 1’ st Beduschi), Zullo (dal 25’ st Anderson), Dal Poggetto (dal 1’ st Burrai), Massoni (dal 1’ st Briganti), Anghileri (dal 18’ st D’Alessandro), Vita (dal 18’ st Terrani), Perini (dal 25’ st Alessandroni), Anastasi (dal 1’ st Grandi), Radrezza (dal 1’ st Pessina), Candido (dal 1’ st Foglio). All. Pea N.E.: Perniola.

MILAN: Abbiati (dal 1’ st Agazzi), Saponara (dal 31’ st Modic), Pazzini (dal 17’ st Robinho) , Poli (dal 17’ st Mastalli), Niang (dal 27’ st Mastour), Constant (dal 36’ st Di Molfetta), Cristante (dal 31’ st Benedicic), Bonera (dal 1’ st Rami), Alex(dal 36’ st Simic), Zaccardo, El Shaarawy (dal 26’ st Pinato). All. Inzaghi N.E.: Gabriel, Albertazzi.

Arbitro: Sig. Marco Serra di Torino.

Marcatori: Niang (Milan) rig. al 24’ st, Mastalli (Milan) al 30’ st.

Ammoniti: Rami (Milan).– Angoli: 2 a 8. – Recupero : 0 + 2.

Tardo pomeriggio abbastanza afoso con improvvisi scrosci di pioggia, terreno che risente della stagione estiva, ottima affluenza di pubblico. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Con il prof. Riva lezioni in lingua: in classe si parla solo in latino

  • A Monza apre il "nuovo" Bennet, nell'ex Auchan confermati 100 dipendenti

  • Covid, si rischia un nuovo lockdown? "Non ci sono più strumenti per contenere i contagi"

  • Lissone, dramma in azienda: 53enne muore schiacciato da rullo compressore

  • Coronavirus, focolaio all'ospedale di Carate Brianza: 14 operatori positivi

  • Lissone, infortunio sul lavoro in azienda: morto un uomo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento