Sport

Paolo Viganò alle Paralimpiadi nel ciclismo

Nato a Monza 43 anni fa, Paolo Vigano è pronto a gareggiare alle Paralimpiadi di Londra 2012 nel ciclismo. L'obiettivo, estremamente difficile, è quello di difendere l'oro olimpico ottenuto 4 anni fa a Pechino 2008.

MONZA - Monzese di nascita, ma abitante di Civasco, Paolò Vigano è pronto a difendere a Londra l'oro olimpico ottenuto alle Paralimpiadi di Pechino 2008. Il ciclista infatti, ha vinto 4 anni fa la gara di ciclismo nell'inseguimento individiale su pista (3 km) ottenendo pure il record del mondo in quella competizione.

43 anni compiuti, Paolo è disabile dal 1990, quando in moto una macchina ad un incrocio gli tagliò la strada e lui ha perso l'uso del braccio sinistro, 10 centimetri di femore e un blocco articolare del ginocchio sinistro. Ma il ragazzo non si è arreso, e nel 2004, vedendo in tv le Paralimpiadi di Atene, ha deciso di intraprendere questa attività.

Si è iscritto alla società Polisportiva Handicap Biellese e ha iniziato a correre le gare per la G.S Ferramenta Pozzi. I risultati non tardano ad arrivare: nel 2007 ha vinto l'oro a cronometro e il bronzo in linea ai campionati del mondo di Bordeaux, e l'anno successivo i Giochi Paralimpici di Pechino 2008 nella categoria LC4 (atleti con un handicap ad entrambi gli arti inferiori).

L'anno successivo ha ottenuto il bronzo nell'inseguimento in pista ai Mondiali di Manchester e quest'anno l'oro nella cronometro su strada a Baie Comeau in Canada.

Lo stimolo per la bici glielo ha infuso sua figlia, quando ha smesso di avere le rotelle. Per seguirla si è comprato una mountain bike e da qui è nato tutto. Stimolo che però non è una vera e propria passione, dato che Paolo dice che è sempre stato uno sport che non lo ha mai appassionato in toto. Sport comunque che gli riesce un gran bene, e il Gruppo Sportivo Forestale continua a dargli fiducia, nonostante 43 primavere sulle spalle. 

Da qualche mese è stato convocato per le Paralimpiadi di Londra 2012, dove Viganò non arriverà in forma eccellente, data una caduta pochi giorni fa, e data la nuova categoria di disabilità in cui è inserito. Ora gareggerà nella categoria C3, con avversari di gran lunga più giovani e con meno Handicap.

Paolo comunque darà sempre il 100%, appuntamento quindi al 5 settembre per la cronometro individuale e il 6 per la gara in linea.

 

 

 

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Paolo Viganò alle Paralimpiadi nel ciclismo

MonzaToday è in caricamento