Sport

Il Monza cambia proprietario, il congedo di Bingham

Le parole del ex nuovo presidente della società: "Mi faccio da parte e consegno il Monza in buone mani"

L'arrivo dell'imprenditore Dennis Bingham a Monza, meno di un mese fa, aveva portato con sè grandi promesse e aspettative per il futuro della società ormai in ginocchio.

Alla calda accoglienza dei tifosi però aveva fatto seguito lo scetticismo legato ai ritardi degli stipendi, allo spettro della retrocessione e ai malumori ancora percepibili all'interno della società.

Martedì Dennis Bingham, che aveva rilevato la società da Armstrong, ha ceduto l'A.C. Monza e si è congedato.

In una nota pubblica ha voluto affidare queste brevi spiegazioni: "Sono venuto a Monza per salvare il Club. Non ho parlato fino ad oggi ufficialmente per proteggere questa Società da situazioni peggiori. Questo era il mio progetto ed il mio progetto di salvataggio ora è completo senza che ne abbia tratto alcun profitto. Mi faccio da parte e consegno il Monza in buone mani, buona fortuna A.C. Monza, ora puoi continuare a vivere".

La società ora è passata sotto una nuova proprietà imprenditoriale facente riferimento alla figura di Piero Montaquila che al quotidiano Il Giorno ha riferito, dopo l'ufficialità del passaggio societario, che verrà definito a breve l'organigramma e il nuovo presidente.

Nel frattempo la rosa biancorossa ha subito alcuni cambiamenti: all'addio di Valerio Foglio che ha lasciato la squadra di mister Pea ha fatto seguito l'arrivo dal Messina di Alessio De Bode, attaccante classe 1991. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Monza cambia proprietario, il congedo di Bingham

MonzaToday è in caricamento