Il Monza conquista la serie B ma non smette di sognare, Galliani: "Ora vogliamo giocare in A"

I sogni di scalata della squadra biancorossa sono stati presentati dall'ad Adriano Galliani martedì durante la conferenza stampa organizzata per la promozione in B

Adriano Galliani (Foto Ac Monza/ Buzzi)

Un sogno diventato realtà e tanti progetti per il futuro, tra cui l'approdo in serie A. Il Monza Calcio non smette di puntare in alto anche - e soprattutto - dopo la promozione in serie B ora si guarda avanti e si pensa all'inizio del campionato e al mercato. Martedì, durante una conferenza stampa che ha visto la partecipazione dell'amministrazione delegato della società calcistica Adriano Galliani, del sindaco di Monza Dario Allevi insieme al mister Brocchi e al direttore sportivo Filippo Antonelli, è stato ufficialmente presentato il passaggio in B dei biancorossi. 

"Posso già anticipare che la festa è solo rimandata" ha esordito il sindaco di Monza, Dario Allevi. "Sono molto felice che con la notizia di ieri comunque la città stia cominciando di colorarsi di biancorosso" ha aggiunto riferendosi alla presenza dello stendardo apposto sull'Arengario, in pieno centro città, e anticipando l'iniziativa che vedrà la Villa Reale illuminarsi a festa di biancorosso per l'occasione. 

"Ai cittadini monzesi chiedo di colorare di biancorosso la nostra città, con un drappo sulla finestra di casa o una bandiera e una sciarpa sul terrazzo per avvicinarci a quel momento che - quando le misure lo permetteranno - riusciremo a organizzare per festeggiare dal vivo questa promozione" ha detto Allevi.

Oltre ai meriti sportivi della squadra, innegabili, durante la conferenza stampa il sindaco di Monza ha voluto anche ricordare l'impegno del club biancorosso al fianco della città e dell'ospedale San Gerardo durante l'emergenza Covid. Fondamentale anche il contributo dei ragazzi della Curva Davide Pieri che ogni giorno si sono messi a disposizione per consegnare un pasto caldo ai medici e ai sanitari impegnati contro il virus. 

''È inutile nascondersi: vogliamo portare il Monza in Serie A. Ora arriva il difficile ma le premesse per centrare l'obiettivo ci sono tutte'' ha detto l'ad Galliani. ''Crediamo di avere il know-how giusto per farlo. Non sarà una Champions o uno scudetto, ma questa promozione è il 30/o trofeo nel calcio di Silvio Berlusconi, pensiamo di avere le capacità - ha aggiunto -. Credo che questa città debba essere grata allo sforzo economico del presidente Berlusconi, è diventato monzese e ha voluto fare qualcosa di importante per Monza''.

Ora la società dovrà affrontare la sfida del mercato e il ritorno sul campo e tra i nomi ipotizzati c'è quello del centrocampista del Crotone Andrea Barberis. ''L'obiettivo ora è costruire una squadra di vertice, abbiamo iniziato a parlare di mercato e abbiamo già depositato il contratto preliminare per l'acquisto di Barberis del Crotone.

Intanto c'è già una data ipotizzata per la ripresa del campionato di serie B e si potrà tornare a giocare il 19 o il 26 settembre. Ma i biancorossi inizieranno a prepararsi prima e dall'1 luglio - ha annunciato Galliani - "lavoreremo per essere pronti''.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • La pensione di dicembre e la tredicesima arrivano il 25 novembre: la novità in Brianza

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

  • Salute Donna e il San Gerardo piangono la morte di Licia, l'infermiera dal cuore buono

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

Torna su
MonzaToday è in caricamento