Renate, un defibrillatore per continuare a vivere

Nella serata di Lunedì 25 Febbraio, l’associazione Brianza per il Cuore ha abilitato all’uso di un defibrillatore gli allenatori, i dirigenti e lo staff del Settore Giovanile nerazzurro.

Monza - La salute prima di tutto. Nella vita bisogna sempre prestare molta attenzione alla salute e curare subito qualsiasi malanno. Se invece ti colpisce mentre fai attività fisica come fai a curarti ? A questo problema hanno cercato di trovare una soluzione l'associazione onlus Brianza per il Cuore e il Renate.

Nella serata di Lunedì 25 Febbraio, l’associazione Brianza per il Cuore ha abilitato all’uso del DAE (defibrillatore semi-automatico) gli allenatori, i dirigenti e lo staff del Settore Giovanile nerazzurro, guidandoli nel percorso di apprendimento delle tecniche di Primo Soccorso. Non solo, al termine della serata, LIVE ONLUS tramite il progetto “Il Salvadanaio di Denise” ha donato alla nostra società un defibrillatore che è già stato installato presso il Centro Sportivo “Mario Riboldi” di Renate. Denise Quattrocchi, appassionata di danza, ragazza sensibilissima, allegra, bella e piena di vita, a soli 21 anni ha dovuto purtroppo combattere contro un brutto male che in pochi mesi se l’è portata via, esattamente il 3 Agosto 2011. Per ricordare la figlia scomparsa, mamma Sonia ha instituito questo progetto, portato avanti negli anni anche grazie a tutti gli amici di Denise, presenti anche Lunedì in grande numero.

Il motivo di tale donazione va ricercata nella partecipazione di una delle squadre giovanili del Renate a Cinisello Balsamo, ad un torneo di calcio proprio in memoria di Denise ed i ragazzi neroazzurri si sono distinti più degli altri per educazione, sportività e corretto comportamento dentro e fuori dal campo, tanto da attirare l’attenzione degli amici di Denise che hanno voluto fortemente creare un legame con la nostra società.

Dunque, la serietà dei giovani calciatori del Renate e l'abnegazione di Sonia affinché tutti possano fronteggiare nel miglior modo possibile un problema cardiaco, è la risposta ad una società che ha bisogno di legami del genere perchè solo così si può creare una società migliore e tenerla sempre in vita.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, "Probabile terza ondata in Lombardia": la Regione studia il piano per il vaccino

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • Monza, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • Omicidio a Monza, uomo ucciso a coltellate in via Fiume: morto 42enne

  • Ucciso a coltellate in strada a San Rocco, morto un uomo di 42 anni a Monza

  • A due ore d'auto da Monza, in Valmalenco, un ghiacciaio che ricorda l'Islanda

Torna su
MonzaToday è in caricamento