Vimercate, l'unione dei sistemi bibliotecari è definitiva

Entro il 2016 fino a un milione e mezzo di libri a disposizione dei cittadini

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MonzaToday

Approvata venerdì sera all'unanimità la bozza di convenzione con Melzo, in un'assemblea a cui hanno partecipato i sindaci del territorio, il presidente del Sistema Bibliotecario del Vimercatese, Roberto Rampi, e il coordinatore Alessandro Agustoni.

Un passo decisivo per l'integrazione dei sistemi, che porterà a una riduzione dei costi e migliori servizi.

Si prevede per i 27 Comuni vimercatesi una riduzione a regime dei contributi di gestione del 40%.

La convenzione auspica la sostanziale fusione del Sistema bibliotecario Vimercatese e del Sistema bibliotecario Milano Est entro il 2016 in un unico soggetto gestionale: 70 biblioteche, 600.000 abitanti, 57 Comuni, 1 milione e mezzo di libri, 90 mila iscritti attivi, oltre 1 milione di prestiti e 130 bibliotecari.

Riviste, sempre con voto unanime, le linee guida per i servizi che tra l'altro prevedono internet gratis anche da postazione fissa, più prestiti possibili contemporaneamente (si passa da 9 a 15), prestito interbibliotecario anche per film, musica e riviste che erano finora esclusi e un nuovo sistema di penalità per chi riporta i libri in ritardo.

Avviato infine il percorso che porterà all'elezione della nuova giunta del sistema. I comuni coinvolti potranno formulare candidature entro fine settembre.

Torna su
MonzaToday è in caricamento