rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021

Il super bolide da 240 km/h dei carabinieri per consegnare organi e salvare vite

In dotazione all'Arma dei Carabinieri

Di corsa, per salvare vite. I carabinieri scendono in campo al fianco di Areu (Agenzia Regionale Emergenza e Urgenza) per il trasporto di organi alle strutture sanitarie per i trapianti.

Venerdì mattina, all’interno della Caserma “Ugolini” di Via della Moscova, il Comandante Provinciale dei Carabinieri di Milano, Generale Iacopo Mannucci Benincasa, e il Direttore Generale dell’Agenzia Regionale Emergenza e Urgenza, il dottor Alberto Zoli, hanno sottoscritto una convenzione finalizzata a garantire un concreto contributo dell’Arma dei Carabinieri di Milano alle attività di trasporto organi in favore degli ospedali della Lombardia e del Nord Italia.

A portare a destinazione gli organi saranno i Carabinieri di Milano attraverso l’impiego dell’autovettura ad alte prestazioni Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio Verde, in dotazione al Nucleo Radiomobile di Milano, che sarà condotta da due militari del reparto che sono stati abilitati alla guida all’esito della frequentazione di un corso organizzato da FCA presso il Centro Internazionale Guida Sicura di Varano de’ Melegari (PR).

Il veicolo speciale, concesso in comodato d’uso gratuito al Nucleo Radiomobile di Milano da FCA Fleet Tenders S.r.l. per la specifica esigenza ed allestito con la livrea istituzionale dell’Arma e con tutte le dotazioni tecnologiche previste per i mezzi impiegati nel pronto intervento, è in grado di garantire quella rapidità negli spostamenti sui tratti urbani ed autostradali, anche di lunga percorrenza, che è condizione essenziale per assicurare il rispetto delle tempistiche di “vita” dell’organo, dal momento del suo espianto al successivo trapianto. Le attività di trasporto organi attraverso mezzi speciali (già svolte con la Giulia QV e, in precedenza, con l’autovettura Lotus Evora S), hanno consentito di alimentare il sistema dei trapianti in favore non solo degli ospedali milanesi ma anche dei principali ospedali delle Regioni che rientrano nel NITp (Nord Italia Transplant Program) nonché dell’Emilia Romagna e del Piemonte.

La convenzione sottoscritta testimonia la sensibilità e l’impegno dell’Arma dei Carabinieri per ridare speranza alle tante persone le cui aspettative di vita dipendono esclusivamente dalla possibilità di ricevere in tempo un nuovo organo.

Si parla di

Video popolari

Il super bolide da 240 km/h dei carabinieri per consegnare organi e salvare vite

MonzaToday è in caricamento