Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Picchiavano i ragazzini e giocavano a fare i gangster come in Gta per conquistare Monza

 

Giocavano a fare i criminali con la Playstation, e poi cercavano di replicare quello che facevano con un joypad nella realtà. In dieci mesi (da marzo 2018 a gennaio 2019) avrebbero commesso una sfilza di reati per i quali sono accusati, a vario titolo, di tentato omicidio, rapina aggravata, lesioni, furto, minacce e spaccio. E per loro — la "compagnia del Ponte", sei ragazzi sia maggiorenni che minorenni — sono scattate le manette nella giornata di sabato 13 aprile in seguito a un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal tribunale di Monza ed eseguita dagli agenti della questura (Qui la notizia)

L'indagine

L'indagine chiamata Gta, come la serie di videogiochi prodotta da rockstargames in cui il protagonista deve diventare un criminale, è stata condotta dai poliziotti della squadra mobile di Monza in collaborazione con il reparto prevenzione crimine Lombardia e con l’aiuto di squadre cinofile e della polizia scientifica.

L’indagine — hanno spiegato i poliziotti — avrebbe delineato "l’esistenza di un vero e proprio sodalizio finalizzato alla commissione di reati predatori in danno di giovani vittime, scelte perché trovate in situazioni di minorata difesa, sempre sfruttando la forza intimidatrice del branco, a volte sufficiente da sola a far desistere il malcapitato da ogni tentativo di resistenza". Il gruppo, precisano gli investigatori, "agiva anche solo per imporre il proprio controllo sul centro di Monza, come testimoniano alcuni episodi di semplici aggressioni, senza sottrazione di beni, spesso con frasi come 'questa è la nostra zona'. Tra queste anche l’aggressione ai danni di un senzatetto". 

Chi sono i componenti della "compagnia del Ponte"

I sei arrestati, giovani residenti a Monza e nell’hinterland, sono tutti appartenenti al medesimo gruppo, composto da maggiorenni e minorenni, noti in città come la “compagnia del Centro” o “compagnia del Ponte”. Sono tutti gravemente indiziati, a vario titolo, di un tentato omicidio e di dieci rapine aggravate, oltre ai delitti di lesioni, furto, minacce gravi e spaccio di stupefacenti, reati tutti commessi in Monza tra il Marzo 2018 ed il Gennaio 2019 in concorso tra loro e con altri soggetti minorenni. 
 

Potrebbe Interessarti

  • Salvini ad Arcore parla alla festa della Lega: "Fottutissima zingara, ti radiamo al suolo la casa"

  • Temporale e raffiche di vento a Monza, albero precipita in strada e sfiora mamma con bambino

  • Camion con mangime per animali si ribalta in rotonda a Monza

Torna su
MonzaToday è in caricamento