Indumenti impregnati di cocaina: narcotrafficante arrestata a Malpensa

I carabinieri all'aeroporto si sono accorti che i lembi degli indumenti risultavano particolarmente rigidi al tatto e hanno deciso di controllare: un totale di 47 chili di indumenti era stata bagnata nella droga

L'aeroporto di Malpensa

MONZA - E' stata arrestata a Malpensa e trasferita al carcere di Monza una narcotrafficante proveniente da Asuncion (Paraguay), via San Paolo del Brasile: gli indumenti riposti nei suoi bagagli erano impregnati di cocaina. A scoprilo sono stati i funzionari del Servizio viaggiatori dell'Ufficio delle Dogane di Malpensa che, in collaborazione con la Guardia di Finanza, hanno sequestrato 47,2 chilogrammi di cocaina. Militari e funzionari si sono insospettiti quando hanno notato che i lembi di molti indumenti risultavano particolarmente rigidi al tatto: le verifiche con i narcotest, subito disposte, hanno accertato che gli abiti erano impregnati di sostanza stupefacente. (ANSA)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, tutte le scuole di Monza e provincia chiuse: ecco l'elenco dei comuni

  • Coronavirus, un caso di contagio in un'azienda ad Agrate: donna ricoverata a Bergamo

  • Coronavirus, primo caso anche a Monza: positivo paziente ricoverato al San Gerardo

  • Coronavirus, il primo giorno di "coprifuoco" per Monza: ecco tutti i divieti nella 'zona gialla'

  • Bar non chiude alle 18 e non rispetta ordinanza sul Coronavirus: scatta la denuncia

  • Lissone, trovato il corpo senza vita di un uomo in un campo in via Toti

Torna su
MonzaToday è in caricamento