PGT, nuovo stop: manca il via libera della Commissione Urbanistica

Lo staff legale della maggioranza suggerisce prudenza: il parere dell'organo decisivo per non invalidare in partenza il Piano. Si cerca uno spiraglio. L'opposizione: maggioranza incapace di intendere e volere

L'Aula in un'immagine tratta dalla seduta di ieri mattina (fonte: sito Comune)

Un esposto al Prefetto, e la maratona sul Pgt potrebbe concludersi prima di cominciare. Questa mattina era atteso l'avvio del tour de force in aula per approvare il Piano di Governo del Territorio. Giornalisti e fotografi  appostati per riferire della discussione, sperando in qualche colpo di scena.  Che c'è stato. L'ennesimo, in quella che è ormai una storia infinita. La seduta non è nemmeno cominciata. Lo staff legale del Comune ha suggerito agli amministratori di non procedere alla discussione per non rischiare di invalidare la procedura: risultato, tutto rimandato. Della possibilità di problemi in caso di approvazione del PGT targato Mariani-Romani si era già parlato nei giorni scorsi, ma il riferimento era a ricorsi di privati cittadini dopo la tornata elettorale.

L'ipotesi invece ha assunto corpo e sostanza diversa, facendosi minacciosa, dopo l'esposto presentato ieri mattina dall'opposizione. "Abbiamo solo raccontato a chi di dovere i fatti, cioè di una pseudo-maggioranza ormai incapace di intendere e di volere" - commenta Roberto Scanagatti, candidato sindaco del centrosinistra e principale sfidante di Marco Mariani alle urne.  E' la mancanza del via libera da parte della Commissione Urbanistica a imporre lo stop preventivo: una sosta ai box che rischia di costare cara, perché invalida il calendario blindato previsto fino a giovedì.

Le possibilità di approvare il PGT entro il 18 marzo sono ora ridotte al lumicino. Tra i banchi della maggioranza circola ancora la speranza di aggrapparsi all'articolo 13  della legge 12/2005, che prorogherebbe i termini per i comuni (in fase di consultazione) da 90 giorni a 150 : due mesi in più, quindi, con scadenza a  primo turno abbondantemente concluso. Ma dal centrosinistra sono scettici: "E' una norma che conosciamo bene, e non si applica nel caso di Monza"  la replica di Scanagatti. Ora il documento di indirizzo dovrà tornare in Commissione urbanistica per il disco verde:  dopodichè sarà la conferenza dei capigruppo a stabilire il nuovo calendario. A nessuno conviene sbagliare i calcoli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, tutte le scuole di Monza e provincia chiuse: ecco l'elenco dei comuni

  • Coronavirus, un caso di contagio in un'azienda ad Agrate: donna ricoverata a Bergamo

  • Coronavirus, primo caso anche a Monza: positivo paziente ricoverato al San Gerardo

  • Coronavirus, il primo giorno di "coprifuoco" per Monza: ecco tutti i divieti nella 'zona gialla'

  • Bar non chiude alle 18 e non rispetta ordinanza sul Coronavirus: scatta la denuncia

  • Lissone, trovato il corpo senza vita di un uomo in un campo in via Toti

Torna su
MonzaToday è in caricamento