Domotica

Come scegliere il condizionatore che fa al caso proprio

Scegliere il condizionatore perfetto è importante, per raffrescare i propri ambienti e per raggiungere un buon livello di comfort. Ecco la nostra guida all'acquisto

Con l'arrivo dei primi caldi, si comincia a pensare a come raffrescare le stanze. E la scelta, nella maggior parte dei casi, ricade sul condizionatore. Quale modello scegliere? Scopriamolo insieme.

Il condizionatore perfetto ogni ambiente

La prima fondamentale differenza è tra condizionatore fisso e portatile.

Il condizionatore fisso assicura un ambiente fresco senza ingombri perché viene montato a parete, ed è disponibile in due versioni:

  • Con unità esterna: formato da una macchina interna che diffonde l’aria e un motore che invece si installa sul terrazzo
  • Senza unità esterna: ideale se non abbiamo un balcone o se non possiamo intervenire sull’estetica del palazzo, il motore viene sostituito da due bocchette da cui esce l’aria calda incanalata dall’apparecchio interno

Il condizionatore portatile è perfetto per chi non vuole intraprendere lavori di muratura. Facile da azionare, basta semplicemente collegarlo ad una presa elettrica (molti climatizzatori sono completati da rotelle, che permettono di spostarli da una stanza all’altra in modo semplice e veloce)

La potenza adatta all’ambiente

Prima di scegliere un climatizzatore dobbiamo avere le idee chiare sulla superficie della stanza in cui installare l’apparecchio e sull’isolamento delle pareti. Di solito la potenza si misura in BTU/h (British Termal Unit orari) e corrisponde alla capacità di raffreddamento del condizionatore in un’ora. In linea generale per una stanza da:

  • 25-30 mq ci vuole un condizionatore da 9.000 BTU/h
  • 35-40 mq un apparecchio da 12.000 BTU/h
  • 40 mq in su bisogna optare per una potenza di 18.000 BTU/h

Costi

I climatizzatori sono il nostro alleato durante le calde giornate estive e grazie a normative sempre più eco friendly, i modelli di ultima generazione hanno consumi decisamente ridotti. Inoltre, molti sono dotati di sensori di movimento che permettono all’apparecchio di spegnersi se la stanza è vuota.

Funzioni aggiuntive dei climatizzatori

La funzione principale dei climatizzatori è quella di rinfrescare, ma molti apparecchi possono avere funzioni aggiuntive come:

  • microclimi differenziati: il flusso di aria fresca viene canalizzato nella parte laterale dell’apparecchio per rinfrescare senza che il getto dell’aria colpisca direttamente le persone. I modelli top di gamma hanno anche dei sensori di presenza per capire dove siamo seduti e indirizzare il flusso d’aria altrove;
  • modalità turbo: rinfresca rapidamente l’ambiente ed è perfetto quando torniamo a casa dopo una lunga giornata di lavoro e vogliamo avere in pochi minuti la casa climatizzata;
  • purificatore dell’aria: i condizionatori hanno diversi filtri che permettono di eliminare odori, polveri, sporco e batteri e rendere l’aria che respiriamo sana;
  • pompa di calore: molti dei modelli in commercio non solo sono pensati per rinfrescare l’ambiente, ma hanno anche la possibilità di scaldare le camere;
  • connessione wi-fi: i modelli di ultima generazione permettono di gestire il condizionatore da remoto attraverso smartphone o tablet.

Prodotti online

Climatizzatore a parete

Climatizzatore fisso senza unità esterna

Climatizzatore fisso con unità esterna

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Come scegliere il condizionatore che fa al caso proprio

MonzaToday è in caricamento