Che cos’é la chiave bulgara utilizzata dai ladri per svaligiare le case

Tra i sistemi più avanzati utilizzati dai ladri vi è la chiave bulgara: ecco su quali porte funziona e come è possibile difendersi

Ormai l’emergenza furti negli appartamenti é sempre più alta e, di conseguenza, i rimedi antintrusione aumentano. I ladri, dal canto loro, escogitano nuovi sistemi per introdursi nelle case: uno tra questi é l’utilizzo della chiave bulgara

La chiave bulgara, che prende il nome dal fatto che veniva utilizzata dalle spie bulgare ai tempi della Guerra Fredda, non é nient’altro che un sistema che permette ai malintenzionati di riprodurre la chiave originale della serratura in questione, che viene così aperta senza necessità di forzatura. È composta da un supporto morbido che legge i codici della serratura e da un secondo strumento chiamato tensore, utile a copiare con pochi movimenti la forma esatta della stessa. 

Una volta in possesso di queste informazioni, servendosi di un tornio, i ladri possono così riprodurre la copia esatta della chiave, utilizzandola normalmente come se fosse l’originale in un secondo momento. I più esperti riescono persino ad introdurre piccole telecamere all’interno della serratura, consentendo di realizzare una copia maggiormente fedele alla chiave originale.

A detta degli esperti, il rimedio migliore per difendersi da questo sistema di intrusione è dotarsi di serrature anti-chiave bulgara. Parliamo di sistemi di ultima generazione, composti da chiavi piatte e codificate e da un cilindro europeo, che rendono complicato riprodurre la chiave originale. È importante fare una precisazione riguardo al cilindro europeo: è infatti fondamentale verificare che il modello scelto sia certificato secondo le normative europee, determinanti per caratteristiche come la prova ciclica, la resistenza alla corrosione e alla temperatura, la sicurezza della chiave (numero di combinazioni possibili) e la resistenza alla perforazione. 

La chiave bulgara può essere utilizzata solamente su porte a doppia mappa antecedenti il 2011, quindi tutti coloro che vorranno intervenire per migliorarne la sicurezza senza cambiare la serratura potranno acquistare un kit per bloccare la serratura stessa impedendo l’utilizzo dell’antipatico attrezzo. Il suo prezzo? Da 50 a 200 euro.

Infine, tra le ultime novità inventate dagli esperti in sicurezza, troviamo un congegno elettromeccanico chiamato “cerbero”, in grado di proteggere ogni tipo di serratura dalla chiave bulgara. Azionato da un telecomando, impedisce ai pistoni di girare. E, senza sbloccarlo, neanche il proprietario della casa con la chiave originale sarà in grado di aprire la serratura.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L’infallibile trucco per mettere le lucine sull’albero di Natale

  • Tutti i consigli per spurgare correttamente i termosifoni

  • Bucato d’inverno: come far asciugare i nostri capi

  • Tutti i trucchi per pulire il proprio materasso

Torna su
MonzaToday è in caricamento