Covid-19: i consigli per tenere il virus fuori dalla propria casa

Cosa succede se un proprio familiare positivo? E quali sono le accortezze da tenere a mente, quando si rientra a casa dopo il lavoro o la spesa?

La maggior parte dei contagi avviene tra le mura di casa: è un dato di fatto. È per questo motivo che, l'ultimo dpcm, raccomanda fortemente di evitare i ritrovi tra non conviventi.

Ma, ad essere pericoloso, è anche ciò che in casa si può portare quando si rientra dal lavoro, da scuola, dal supermercato o da qualsiasi altra uscita. Se le regole ormai le sappiamo tutti (indossare sempre la mascherina, igienizzare spesso le mani, mantenere il distanziamento), ci sono altre abitudini che magari non sempre si ha ma che sono davvero importanti: togliere le scarpe prima di entrare, correre a lavarsi le mani, non appoggiare sul letto il cappotto né gli altri vestiti indossati all'esterno.

Se monouso, la mascherina va subito gettata via; se riutilizzabile, va riposta in un luogo a cui gli altri non hanno accesso. Le scarpe, se sporche, vanno pulite proteggendosi con dei guanti da cucina, acqua corrente, sapone liquido e una spazzola da utilizzare solo per questo scopo. I vestiti non devono essere necessariamente lavati: li si può anche riporre in una parte destinata dell'armadio (separata dai vestiti puliti) e lì lasciati per almeno 3-4 giorni.

Se si ricevono ospiti, bisogna che tengano la mascherina per tutto il tempo, che si tolgano le scarpe prima di entrare e che non ci si scambi bicchieri né posate.

E se in casa c'è un positivo, o una persona in attesa di ricevere il tampone? Bisognerebbe dedicarle un'intera stanza, a cui solo lei abbia accesso (non deve entrare nessuno, neppure per le pulizie o per consegnare il pasto), possibilmente con una finestra da tenere aperta il più possibile. Se non si dispone di un secondo bagno da riservare alla persona contagiata è necessario che questa, dopo aver utilizzato il bagno a disposizione di tutti, sanifichi accuratamente le superfici con un prodotto per le pulizie tradizionali e che lasci la finestra aperta. Dopo 15 minuti, il bagno può essere utilizzato. Anche il pasto la persona positiva deve consumarlo nella sua stanza: il familiare preleverà poi le stoviglie sporche con dei guanti da cucina e le laverà tenendo indossati guanti e mascherina, usando un semplice sapone per i piatti. Lenzula e asciugamani non devono assolutamente essere condivisi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Come addobbare l'albero di Natale in base allo stile che più si ama

  • Come realizzare addobbi fai-da-te per il Natale

  • Perché dovresti stendere i tuoi panni all'aperto anche in inverno

Torna su
MonzaToday è in caricamento