Di che cosa si occupa e come si diventa informatore cosmetico

Figura poco conosciuta ma sempre più richiesta, quella dell'informatore cosmetico è una professione dai diversi sbocchi lavorativi. Ecco il percorso di formazione richiesto

Foto di kinkate da Pixabay

Dinamico e in continua crescita, quello della cosmetica è un mondo attento ai bisogni delle persone e ai loro cambiamenti. Un settore che non conosce crisi, dove esiste una figura lavorativa poco conosciuta ma molto importante: l’informatore cosmetico.

Facendo da collegamento tra i produttori e il mercato, grazie alla sua preparazione scientifica l’informatore cosmetico è in grado di consigliare cosmetici, trattamenti estetici, apparecchiature e protocolli di cura a tutti gli addetti ai lavori: dal medico al farmacista, fino all’estetista e al consumatore.

La cosmetica ricopre un ruolo sempre più importante nel progetto di salute e benessere delle persone, e per questo motivo non mancano le opportunità lavorative per chi vuole intraprendere questa professione. L’informatore cosmetico, con le sue competenze, è in grado di fornire informazioni precise e ottimi consigli ai consumatori che - a loro volta - sono sempre più confusi dalle tante notizie di dubbia attendibilità, soprattutto derivanti dal mondo del web.

Figura preziosa soprattutto per le aziende cosmetiche, l’informatore trova le sue prime opportunità lavorative all’interno di case produttrici che commercializzano i loro prodotti a profumerie, farmacie, erboristerie e istituti di bellezza.

Oggi queste realtà hanno infatti sempre più bisogno di una persona di riferimento, che possa consigliare la giusta soluzione direttamente a chi acquista un prodotto o un servizio. E, questa persona, è per l'appunto l'informatore cosmetico.

Come e dove ci si forma

Il corso di formazione professionale per Informatore Cosmetico Qualificato, offerto dal Dipartimento di Scienze della Vita e Biotecnologie dell’Università di Ferrara in collaborazione con Cosmetica Italia, attualmente è l’unica opportunità formativa presente in Italia per quel che riguarda questa professione. Il corso è aperto a tutte le persone senza limiti di età, purché siano in possesso di un diploma di scuola superiore. Sono previste 160 ore di studio nell’arco di quattro settimane da ottobre ad aprile, affiancate da esercitazioni pratiche.

Provenienti sia dal mondo accademico che da quello aziendale, i docenti offrono una formazione a 360 gradi, in quanto affrontano la cosmetica in tutti i suoi aspetti, quelli formulativi, culturali, scientifici, economici e di benessere, trattando anche il lifestyle e il marketing. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sogni di fare l’influencer? Arriva il corso di laurea che fa al caso tuo

  • Insegnare italiano agli stranieri: quale percorso intraprendere

  • Di che cosa si occupa e come si diventa informatore cosmetico

Torna su
MonzaToday è in caricamento