Studi al pc? I segreti per allontanare mal di schiena e cervicale

Studi tutto il giorno davanti al pc? Seguendo questi semplici consigli scongiuri il rischio di fastidiosi dolori

Designed by Freepik

Non solo in tempo di smart learning (metodo di studio 2.0 messo in atto a seguito dell'emergenza sanitaria): sono moltissimi gli studenti, specie quelli di scuole superiori e università, a trascorrere diverse ore davanti al computer anche quando le scuole sono aperte. Un'abitudine, questa, che può portare con sé sia disturbi alla vista che mal di testa, ma può causare anche cervicale e mal di schiena.

Ecco dunque che, fisioterapisti e fisiatri, in questo periodo di quarantena hanno messo a disposizione le loro competenze per dare alcuni consigli utili a salvaguardare la salute della nostra schiena. 

È importante sapere che stare seduti diverse ore consecutivamente provoca uno stress alla colonna vertebrale, causato dallo schiacciamento progressivo della vertebra lombare L3. Sulla base di questo, gli esperti consigliano di praticare degli esercizi appositi per rinforzare la parete addominale la quale, una volta irrobustita, sarà in grado di scaricare dalla colonna circa il 40% del peso sopportato dalle vertebre lombari. 

Anche la postura assunta risulta essere di fondamentale importanza e di conseguenza non va sottovalutata. Avere una postazione organizzata ad hoc per la nostra schiena e il nostro collo è davvero utile, ma non tutti possono acquistare sedie ergonomiche e organizzare un vero e proprio ufficio: in caso, va benissimo anche una sedia coi braccioli che permetta di appoggiare i gomiti, andando a rilassare tutto il tratto lombare. I polsi dovranno essere appoggiati al tavolo, mentre il monitor dovrà essere allineato all’altezza degli occhi in modo da non piegare il collo stressando le vertebre cervicali (si possono impilare dei libri per alzarlo). La colonna vertebrale deve essere ben eretta, le spalle abbassate. I piedi, infine, devono essere ben aderenti al pavimento. 

Come ultimo consiglio per gli “studenti da casa": bevete un bicchiere d’acqua ogni mezz’ora circa, fate una pausa ogni due ore (er qualche esercizio di stretching, allungamento e una serie di addominali) e, ogni tre ore, fate quindici cicli di respirazione diaframmatica. Vedrete i benefici!

  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

Torna su
MonzaToday è in caricamento